Martedì 12 Aprile 2016 - 07:30

Brasile, ok Commissione: impeachment Rousseff alla Camera

La decisione è stata presa con 38 voti a favore e 27 contrari, esulta l'opposizione

Dilma Rousseff, la presidente del Brasile rischia l'impeachment

Il Brasile ha deciso per la percorribilita' dell'impeachment contro il capo di Stato, Dilma Rousseff. La Commissione speciale della Camera brasiliana ha deciso infatti che ci sono i  presupposti legali per iniziare a mettere sotto accusa la presidente brasiliana. Il processo andrà ora al vaglio dall'assemblea plenaria della Camera dei Rappresentanti. La decisione, che rappresenta un nuovo passo verso un giudizio finale che renderebbe possibile la rimozione di Rousseff, è stata presa con 38 voti a favore, mentre sono stati 27 i contrari, in una commissione di 65 deputati che hanno discusso le accuse contro il presidente per undici sessioni. L'annuncio del risultato è stato accolto con una ovazione da parte dei deputati dell'opposizione, che hanno sventolato bandiere brasiliane, gridato "fuori Dilma" e cantato l'inno nazionale. Per le strade di Brasilia, il voto è stato seguito da una esplosione di fuochi d'artificio in diverse zone della città, in segno di una chiara approvazione della decisione presa dalla Commissione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Washington: Macron al Congresso Usa

Macron a Congresso Usa: "Sì multilateralismo, mai armi nucleari a Iran"

Il presidente ha rimarcato l'amicizia franco-americana, gli "ideali e valori comuni", ringraziando Trump per il "forte simbolo" dell'invito alla Francia nella "prima visita di Stato"

Vincent Bolloré fermato e interrogato per tangenti in Africa

Francia, Bolloré davanti ai giudici: accusato di corruzione

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, avrebbe pagato delle tangenti per concessioni portuali in Africa

Alfie Evans court case

Alfie, bocciato nuovo ricorso dei genitori: no al trasferimento in Italia

La Corte d'appello di Londra non cambia idea: il bimbo, affetto da una malattia neurodegenerativa incurabile non può lasciare il Regno Unito