Sabato 21 Maggio 2016 - 22:30

Brasile, Maradona: Sono un soldato di Lula e Dilma

Scambio su Facebook tra il Pibe de oro e la presidenta sottoposta a impeachment

Brasile, Maradona: Sono un soldato di Lula e Dilma

Affettuoso 'colloquio' virtuale tra Diego Armando Maradona e Dilma Rousseff su Facebook. L'ex calciatore argentino si è definito "un soldato di Lula e Dilma" sul suo profilo del social network, pubblicando una fotografia di se stesso sorridente, che mostra una maglia della Selecao con la scritta 'Lula' e il numero 18. Aperto sostegno, cioé, all'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva e alla presidente sospesa Dilma Rousseff. I due leader del PT attraversano la bufera, dopo che il primo è stato accusato di corruzione e travolto dalle conseguenze della sua nomina a ministro della Casa civile, poi sospesa, e la seconda è in attesa del processo per impeachment dopo l'ok del Senato. Rousseff gli ha risposto dal suo profilo ufficiale, nelle stesse tre lingue in cui aveva scritto l'ex fuoriclasse del Napoli e della nazionale argentina, cioé in portoghese, spagnolo e inglese: "Maradona, molte grazie per l'appoggio e l'affetto. Un bacio". Il post del 'Pibe de oro' e di Rousseff  in poche ore hanno ricevuto migliaia di like.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Macron tende la mano a Conte: "Mai date lezioni agli italiani"

Il presidente francese dice la sua sul nuovo governo

CUBA-AIR-ACCIDENT

Cuba, muore sopravvissuta a schianto aereo: salgono a 112 i morti

Un'altra dei tre sopravvissuti cubani, una donna di 23 anni, era morta lunedì

Weinstein accusato di violenza sessuale. Libero col braccialetto elettronico

Ha pagato la cauzione di un milione di dollari stabilita dal tribunale di Manhattan. Il procuratore elogia le coraggiose sopravvissute

BULGARIA-EU-SPAIN-POLITICS

Partito Rajoy condannato per corruzione, Ciudadanos chiede nuove elezioni

Caos in Spagna dopo il processo Guertel. E il Psoe presenta una mozione di sfiducia