Venerdì 29 Luglio 2016 - 11:45

Bradley Cooper a convention dem: a fan 'American Sniper' non piace

I repubblicani si scagliano contro l'attore che interpretò Chris Kyle nel film di Eastwood

Bradley Cooper in 'American Sniper'

Bradley Cooper alla convention democratica? Ai repubblicani non piace. Come riportato da Yahoo News, i conservatori hanno inondato i social media per lamentarsi della presenza dell'attore alla quattro giorni di Phildelphia che ha incoronato Hillary Clinton candidata dem alla presidenza degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE Bradley Cooper: Sul set di 'American Sniper' ho pianto

 

 

Cooper, per la verità, era solo uno tra i molti personaggi famosi che hanno partecipato alla convention - fra questi Meryl Streep, Lena Dunham e America Ferrera. Ma i repubblicani si sono scagliati in particolate contro l'attore, diventato idolo dei conservatori dopo aver vestito i panni del Navy Seal Chris Kyle nel film di Clint Eastwood 'American Sniper'. Evidentemente tanti hanno pensato che Cooper avesse le stesse idee politiche del famoso cecchino, un vero e proprio eroe per i Gop.

 

 

 

Scritto da 
  • Claudia Mingardi
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, l'Onu lavora a bozza di risoluzione contro la mossa di Trump

Nel testo si evidenzia che qualsiasi decisione sullo status della città non ha alcun effetto legale

Sanità, Trump vieta la parole "transgender", "feto", "diritti" e "basato sulla scienza"

L'ordine riguarda i documenti ufficiali di bilancio del Center of Disease Control. Sette i termini cancellati. Imbarazzo e perplessità

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, Strache al governo con Kurz. Ministeri chiave a estrema destra

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo esecutivo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)