Giovedì 31 Marzo 2016 - 17:00

Borsa, banche in difficoltà e Piazza Affari soffre: Mib -1,41%

Spiccano i forti cali di Mps (-4,19%) e Banco Popolare (-6,42%)

Borsa, banche in difficoltà e Piazza Affari soffre: Mib -1,41%

Chiusura pesante per Piazza Affari con i cali del settore bancario che hanno condizionato l'intero listino. Il Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni con un calo dell'1,41% a quota 18.116 punti. Deboli le indicazioni dal fronte macro europeo con le vendite al dettaglio tedesche che hanno mostrato a febbraio una flessione dello 0,4% su base mensile rispetto al -0,1% della passata rilevazione (dato rivisto da +0,7%). Le attese erano per una crescita dello 0,4% su base mensile. Sul parterre vendite diffuse su tutti i titoli bancari. Spiccano i forti cali di Mps (-4,19% a 0,503 euro) e Banco Popolare (-6,42% a 6,045 euro) con quest'ultimo che nel corso della seduta ha aggiornato i minimi storici scendendo fino a 5,925 euro.

Fuori dal coro dei ribassi Intesa Sanpaolo (+0,66%) in scia al buy con cui Ubs ha avviato oggi la copertura sul titolo dell'istituto guidato da Carlo Messina indicando un target price di 2,85 euro. Ubs ha indicato invece rating neutral su Unicredit (-3,05%) con prezzo obiettivo posto a 3,7 euro. Tra le big del listino milanese in calo anche Finmeccanica (-1,41% a 11,15 euro) che si è aggiudicata un contratto da circa 100 milioni di euro per la fornitura alla Marina Militare delle Filippine di due elicotteri AgustaWestland AW159. In lieve calo Telecom Italia (-0,62% ) all'indomani della nomina del nuovo Ad Flavio Cattaneo. 

Oggi ultimo giorno di quotazione per Enel Green Power (-2,67%) a seguito dell'atto di scissione relativo alla scissione parziale non proporzionale di EGP in favore di Enel. Nel paniere Ftse Mib dalla seduta di domani entrerà a far parte il titolo Fineco. Nessun pesante impatto sul titolo Ima, dalla mancata elezione del patron Alberto Vacchi al vertice di Confindustria, il titolo dell'azienda emiliana ha infatti chiuso a 51,55 euro -0,67%. Spiccano le performance dei titoli editoriali, nonostante le cattive performance della raccolta pubblicitaria sulla carta stampata a inizio anno: L'Espresso sale dell'1.05%, Mondadori dello 0,76%. Male invece Rcs che cede il 2,42%.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Borsa, Piazza Affari chiude in calo, male banche tranne Unicredit

Borsa, Piazza Affari chiude in calo, male banche tranne Unicredit

La settimana è stata caratterizzata dalle riunioni delle Banche centrali

Borsa, Milano chiude in netto rialzo, bene Saipem e Ynap

Borsa, Milano chiude in netto rialzo. Bene Saipem e Ynap

L'indice Ftse Mib ha archiviato la giornata di contrattazioni con un +1,76% a quota 16.637 punti

Borsa, Milano chiude in forte calo: giù banche, affonda Mps

Borsa, Milano chiude in forte calo: giù banche, affonda Mps

Finale condizionato dalla nuova pioggia di vendite sul settore bancari

Borsa, Milano chiude in cauto rialzo: ok Fca, vola Moncler

Borsa, Milano chiude in cauto rialzo: ok Fca, vola Moncler

Piazza Affari evita la chiusura negativa grazie ad uno slancio nell'ultima mezzora di contrattazioni