Domenica 14 Febbraio 2016 - 23:00

Borja-Babacar rimontano Inter: Viola, vittoria da Champions

Nerazzurri ko al 91', è 2-1 al Franchi: Fiorentina terza

Esultanza Fiorentina

All'ultimo respiro la Fiorentina affonda l'Inter, sorpassa la Roma e si riprende il terzo posto. I viola si aggiudicano il posticipo del 'Franchi' in rimonta (2-1): all'iniziale vantaggio nerazzurro di Brozovic nel primo tempo rispondono nella ripresa Borja Valero e, in pieno recupero, il neoentrato Babacar con i milanesi in dieci per l'espulsione di Telles. Finale incandescente con i rossi rimediati da Zarate e Kondogbia. I tre punti sono oro per un ambiente, quello gigliato, in cerca di serenità e permettono a Sousa di salire al terzo posto a 49 punti. Si aggrava, invece, la crisi della squadra di Mancini che scivola a -4 dalla zona Champions. Per i nerazzurri, che nel girone di andata erano in lotta per il titolo, è un lento quando inspiegabile declino: appena un successo nelle ultime sette partite.

 

Per replicare il successo di San Siro (4-1), Sousa si affida alla difesa a quattro con Roncaglia, Rodriguez, Astori e Alonso. In avanti Kalinic, che all'andata firmò una tripletta, è supportato alle spalle dal trio Bernardeschi-Ilicic-Tello. 4-3-3 per Mancini, che conferma il tridente offensivo Eder-Icardi-Palacio. A centrocampo agiscono Brozovic e Kondogbia. Il primo brivido lo corre la difesa dell'Inter: Bernardeschi scappa palla al piede, salta Miranda, entra in area e scarica il sinistro sul quale Handanovic c'è. Ancora il portiere nerazzurro è chiamato all'intervento, di piede, sul diagonale di Ilicic. Poi è Telles a salvare i nerazzurri: contropiede bruciante dei padroni di casa che porta allo scambio Ilicic-Bernardeschi, il mancino a botta sicura dello sloveno è sventato sulla linea del brasiliano. I viola mantengono palla e fanno la partita, l'Inter fatica tremendamente ad uscire dalla propria metà campo. Ma al primo affondo la squadra di Mancini passa: dopo una gran giocata sul versante destro Palacio appoggia per Brozovic che di piatto non ha problemi a battere Tatarusanu. Una cinica Inter si trova in vantaggio al 26'. Il gol sembra infondere fiducia ai nerazzurri, che ora riescono a controllare con maggior destrezza le iniziative dei padroni di casa. Nel finale, però, ancora Fiorentina pericolosissima con un colpo di testa di Vecino su suggerimento di Borja Valero: il solito Handanovic è strepitoso nella deviazione in angolo.

 

Nella ripresa Sousa gioca la carta Zarate, fuori Tello, e due minuti dopo la Viola pareggia: Ilicic lascia partire il cross, Murillo 'sporca' la traiettoria, sul secondo palo c'è appostato Borja Valero che batte Handanovic di testa per l'1-1 (16'). La difesa nerazzurra riprende a soffrire ed un infuriato Mancini richiama Eder e getta nella mischia Perisic. Tegola al 38' sull'Inter, costretta a giocare il finale di gara in dieci per la seconda ammonizione rimediata da Telles. Mancini ci cautela con l'inserimento di D'Ambrosio al posto di Palacio, doppio cambio per Sousa che cerca di aumentare la pressione con Costa e Babacar. Ed è proprio il senegalese a firmare il sorpasso in pieno recupero: Handanovic devia la conclusione di Zarate ma niente può sulla ribattuta di ginocchio del neo entrato. Prova a replicare subito l'Inter con un velenoso traversone di Perisic, Tatarusanu respinge di pugno. Finale a nervi tesi: espulso Zarate reo di una manata sul collo a Murillo, poi dopo il triplice fischio rosso anche a Kondogbia per un applauso ironico indirizzato a Mazzoleni.

FIORENTINA-INTER 2-1

Marcatori: 26' Brozovic (I), 15' st Borja Valero (F), 46' st Babacar (F).

Fiorentina: Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori, Alonso; Vecino (42' st Tino Costa), Borja Valero; Bernardeschi, Ilicic (42' st Babacar), Tello (13' st Zarate); Kalinic. A disp. Sepe, Lezzerini, Tomovic, Blaszczykowski, Pasqual, Kone. All. Sousa.

Inter: Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Telles; Brozovic, Medel, Kondogbia; Palacio (39' st D'Ambrosio), Icardi, Eder (26' st Perisic). A disp. Carrizo, Berni, Juan Jesus, Zonta, Santon, Biabiany, Gnoukouri, Ljajic, Jovetic, Manaj. All. Mancini.

Arbitro: Mazzoleni.

Note. Ammoniti: Alonso, Kalinic (F); Medel, Telles, Icardi, Brozovic, Palacio (I). Espulsi: 37' st Telles (I), 47' st Zarate (F), 51' st Kondogbia (I).

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

(SP)ITALY-GENOVA-SERIE A-SAMPDORIA VS JUVENTUS

Juve, col Barça si deve cambiare: tattica, interpreti, atteggiamenti

I bianconeri nel match di Champions di mercoledi hanno il dovere morale di andare oltre se stessi

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Malagò: "Potrebbe anche non esserci commissario Figc"

Il presidente del Coni mette in dubbio l'ipotesi circolata lunedì dopo le dimissioni forzate di Tavecchio

FOLLMANN CELEBRATES 'LIFE' AND THINKS ABOUT PARALYMPICS AFTER PLANE ACCIDENT

Nuova vita per l'ex portiere della Chapecoense: "Sogno le Paralimpiadi"

Un nuovo obiettivo per il 25enne sopravvissuto al tragico incidente in cui persero la vita 71 persone tra compagni di squadra e staff

FIGC President Carlo Tavecchio gestures during a news conference in Rome

"Molestata da Tavecchio nel suo ufficio". La denuncia di una dirigente sportiva

La donna ha raccontato al Corriere diversi episodi e ha detto di avere le prove video e audio. Figc verso il commissariamento