Martedì 09 Maggio 2017 - 16:30

Boniek attacca Davids: Meglio di me? Sì, con shampoo dopante

Duro botta e risposta tra il presidente della Federcalcio polacca e i tifosi bianconeri

Boniek attacca Davids: Meglio di me? Sì, con shampoo dopante

Bufera su Zbigniew Boniek dopo le parole, non certo tenere, nei confronti dell'ex centrocampista della Juventus Edgar Davids. Inizialmente il presidente della Federcalcio polacca si è rivolto ai tifosi bianconeri sottolineando che "gli amici juventini sanno chi è potente. Mi chiamano per i ticket a Cardiff, ma non avete numero di Edgar la vostra stella vincente?", ha scritto su Twitter alludendo alla finale di Champions League. "Cento volte meglio Edgar", ha riposto una tifosa, prima della nuova replica dell'ex attaccante. "Vero, soprattutto con lo shampoo dopante - l'affondo di Boniek - Concentrati sulla partita". Nel 2014 Boniek aveva criticato la scelta della Juventus di escluderlo dalle stelle all'interno dello Stadium per assegnarla all'ex centrocampista olandese.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"