Martedì 13 Dicembre 2016 - 11:00

Bonaccini è il nuovo presidente del Ccre

"Sarò il Presidente di tutti, nel segno dell'unità e della trasparenza"

Bonaccini nuovo presidente del Consiglio dei comuni e regioni d'Europa

Stefano Bonaccini, presidente dell'AICCRE e della Regione Emilia-Romagna, è il nuovo presidente del CCRE (Consiglio dei comuni e delle Regioni d'Europa). Lo ha eletto a Maastricht il Comitato direttivo del CCRE. Bonaccini ha ottenuto più voti dell'altro candidato alla Presidenza: Yvan Mayeur, Sindaco di Bruxelles. E' la prima volta nella lunga storia del CCRE (fondato nel 1952), la più grande associazione europea di enti territoriali, che un italiano assume la carica presidenziale. "Sarò il Presidente di tutti, nel segno dell'unità e della trasparenza. L'Unione europea sta attraversando una delle fasi più difficili della sua storia, lo stesso processo di integrazione europea sembra essersi bruscamente arrestato: per l'Europa c'è bisogno di un progetto forte e condiviso e, soprattutto, di una nuova linfa vitale che può e deve essere fornita dagli enti locali e regionali", sono state le prime parole del neo-Presidente.

 

Scritto da 
  • redazione
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Presentazione della lista Potere al Popolo!

Potere al Popolo, Carofalo: "Con noi vera alternativa, anche a M5S"

Parla la leader della formazione nata a Napoli all'ex-Opg Occupato-Je so' pazzo

Milano, convegno 'Il futuro si chiama Stati Uniti d'Europa'

Elezioni, Renzi: "Centrodestra guidato da populisti, voto allontana da Europa"

Il segretario del Pd si rivolge all'elettorato di centrodestra e spiega la visione dei dem sull'Europa

M5S, Grillo e Di Maio smentiscono fratture: "Appello a gruppi per Governo su temi"

I due big fanno chiarezza sul tema alleanze dopo la confusione causata dalle dichiarazioni apparentemente discordanti

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto