Lunedì 19 Settembre 2016 - 10:45

Bombe a New York e in New Jersey, si teme cellula terroristica attiva

Prende corpo l'ipotesi che dietro gli attentati esplosivi si nasconda la mano del terrorismo

Bombe a New York e in New Jersey, investigatori temono cellula terroristica attiva

Una cellula terroristica attiva, composta da più membri, potrebbe essere responsabile degli attacchi esplosivi a New York e in New Jersey. E' il timore che diversi investigatori hanno rivelato alla Nbc. Dopo l'esplosione nella zona di Chelsea, a Manhattan, che ha ferito 29 persone sabato notte, un pacco sospetto è stato trovato da due netturbini nella stazione di Elizabeth, in New Jersey, ed è esploso mentre gli artificieri stavano cercando di disinnescarlo. Gli investigatori hanno inoltre fermato 5 persone a bordo di un veicolo sospetto vicino al ponte di Verrazzano a New York, dove il traffico è poi stato bloccato. I 5 sono stati messi sotto interrogatorio da parte dell'Fbi. Sul fronte investigativo, un altro sviluppo viene dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, che rivelerebbero la presenza di uno stesso uomo sui luoghi dove gli ordigni sono stati ritrovati. Gli episodi appaiono sempre di più connessi e gli ordigni utilizzati sembrano dello stesso tipo, il che porteberebbe a ipotizzare che ci sia un'unica matrice dietro agli attacchi. 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Londra, incendio alla Grenfell Tower: verso omicidio colposo

Nel rogo morirono 80 persone, tra cui gli italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

Migranti, Macron: Hotspot in Libia. Tensione Italia-Francia

Il presidente francese annuncia l'intenzione di esaminare le candidature dei richiedenti asilo direttamente in Libia, scatenando le ire italiane

Usa, Trump dice no ai trans nelle forze armate: proteste a Times Square

Trans nell'esercito americano: Pentagono non applicherà stop fino a nuovo ordine

Non basta il tweet di Trump per fermare l'apertura voluta da Obama nel 2016. Contro il presidente anche Chelsea Manning

Charlie Gard's parents Connie Yates and Chris Gard read a statement at the High Court after a hearing on their baby's future, in London

Charlie, ordinato trasferimento in hospice per staccare macchine

Un giudice britannico ha disposto il trasferimento del piccolo, affetto da depressione del Dna mitocondriale