Giovedì 26 Gennaio 2017 - 19:15

Bollette non pagate, lo stadio Maracanà rimane senza elettricità

In totale il debito ammonta a circa 3 milioni di reais (939.937 dollari), di cu 1.3 dovuti dagli attuali proprietari

Bollette non pagate, lo stadio Maracanà rimane senza elettricità

Il leggendario stadio Maracanà in Brasile, che ha ospitato la finale dei Mondiali 2014 e le cerimonie di apertura e di chiusura delle Olimpiadi del 2016, è sprofondato nel buio da giovedì dopo che è stata tagliata l'elettricità causa delle bollette non pagate. Lo ha annunciato in una nota la società gestrice, spiegando che le bollette "non vengono pagate dal mese di ottobre". In totale il debito ammonta a circa 3 milioni di reais ($939.937) con 1.3 dovuti dagli attuali proprietari, un consorzio guidato dall'impresa edile Odebrecht. Un altro 1,7 milioni è dovuto dagli organizzatori di Rio 2016. Il Comitato Olimpico, che aveva il controllo dello stadio fino a ottobre, starebbe negoziando la sua parte di debito. Il Maracanà è letteralmente abbandonato, nelle scorse settimane c'era stata più di una richiesta di intervento per impedire atti di vandalismo all'interno dello stadio.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, governo stanzia fondi e 'licenzia' Autostrade: parte battaglia legale

Sono 28 i milioni per l'emergenza che si vanno ad aggiungere ai cinque già assegnati

Maria Elena Boschi alla festa del PD a Botticino

Boschi non invitata a Festa Unità Firenze: "È iscritta a Bolzano"

L'organizzazione: "Abbiamo dato precedenza agli eletti nei collegi fiorentini"

Ponte Morandi, il gigante che sovrasta le case di Genova

Genova, governo: "Avviato iter su decadenza concessione ad Autostrade"

Prima l'annuncio del ministro delle Infrastrutture su Facebook, poi la conferma del premier Conte

Genova, crollo Ponte Morandi: continuano le ricerche dei dispersi e la messa in sicurezza

Genova, Renzi contro Di Maio: "Autostrade finanziava Lega e Conte era legale Aiscat"

Il senatore Pd rimanda al mittente le accuse di aver ricevuto soldi dai Benetton per le campagne elettorali