Giovedì 26 Gennaio 2017 - 19:15

Bollette non pagate, lo stadio Maracanà rimane senza elettricità

In totale il debito ammonta a circa 3 milioni di reais (939.937 dollari), di cu 1.3 dovuti dagli attuali proprietari

Bollette non pagate, lo stadio Maracanà rimane senza elettricità

Il leggendario stadio Maracanà in Brasile, che ha ospitato la finale dei Mondiali 2014 e le cerimonie di apertura e di chiusura delle Olimpiadi del 2016, è sprofondato nel buio da giovedì dopo che è stata tagliata l'elettricità causa delle bollette non pagate. Lo ha annunciato in una nota la società gestrice, spiegando che le bollette "non vengono pagate dal mese di ottobre". In totale il debito ammonta a circa 3 milioni di reais ($939.937) con 1.3 dovuti dagli attuali proprietari, un consorzio guidato dall'impresa edile Odebrecht. Un altro 1,7 milioni è dovuto dagli organizzatori di Rio 2016. Il Comitato Olimpico, che aveva il controllo dello stadio fino a ottobre, starebbe negoziando la sua parte di debito. Il Maracanà è letteralmente abbandonato, nelle scorse settimane c'era stata più di una richiesta di intervento per impedire atti di vandalismo all'interno dello stadio.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie

Roberto Tamagna del Movimento 5 Stelle

Riforma costituzionale M5S: meno parlamentari e stop Cnel

Nel programma Cinquestelle ci sono la riduzione dell'indennità parlamentare e la limitazione dell'immunità penale