Venerdì 14 Aprile 2017 - 10:30

Boldrini furiosa: Insultano mia sorella, ma lei è morta da anni

Nuova battaglia della presidente della Camera contro bufale sui social

Boldrini furiosa: Insultano mia sorella, ma lei è morta da anni

La presidente della Camera, Laura Boldrini, attacca nuovamente chi diffonde notizie false sul web. Oggi riporta sul suo profilo Facebook foto false e 'bufale' su sua sorella, peraltro morta da tempo. "La mia unica sorella, morta anni fa per malattia, non si è mai occupata di migranti. Restaurava e dipingeva affreschi - scrive stamane Boldrini su Facebook -. Peraltro, non si chiamava nemmeno Luciana, ma Lucia". La presidente della Camera, in prima linea contro le cosiddette 'fake news', si rivolge "a tutti quelli che hanno condiviso sulle loro bacheche e sui loro profili queste e altre menzogne su di lei", e "soprattutto a chi ha creato queste false notizie: personaggi senza scrupoli, sciacalli che non si fermano nemmeno davanti ai morti". Gli articoli con le notizie false sono intitolati: "La sorella della Boldrini in pensione a soli 35 anni, 10mila euro al mese!".

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Viminale, su 103 simboli depositati, ammessi solo 75 simboli. Fuori Dc e Forconi

In 19 casi il ministero ha chiesto la sostituzione del contrassegno

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Di Maio: "Beppe resta garante, ma M5S cammina con proprie gambe"

Il candidato pentastellato da Bruno Vespa precisa: "Ha iniziato Beppe, il Movimento così è nato ma ora è sempre più grande e io ora sono il capo politico"

Padoan: "Flat Tax? Quando si abbassa tassa serve copertura"

Il ministro delle finanze commenta la proposta di Berlusconi. E avverte: "Ecofin preoccupato per esito elezioni in Italia"

Camera dei Deputati, Matteo Salvini in conferenza stampa

Lega: chi sono Bagnai e Borghi, candidati da Salvini contro l'Ue

Chi sono i due scelti dal leader del Carroccio: l'anti-Padoan e un docente no euro