Venerdì 31 Marzo 2017 - 10:00

Boldrini: M5S pericoloso, si dice paladino ma poi attacca istituzioni

"È una contraddizione plateale", sostiene la presidente della Camera

Boldrini contro M5S: E' pericoloso, si presenta paladino e attacca istituzioni

"Chi si presenta come paladino della Costituzione e delle regole della democrazia non può gridarlo nelle piazze e poi agire sistematicamente contro l'istituzione parlamentare. È una contraddizione plateale, visto che il Movimento 5 Stelle non perde occasione per screditare la Camera dei deputati democraticamente eletta". Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, in una intervista al Corriere della Sera in merito alla sospensione di 42 deputati del Movimento 5 Stelle dopo le proteste sulla delibera relativa ai vitalizi. Secondo Boldrini "un simile atteggiamento rappresenti un pericolo perché mira chiaramente a indebolire non solo l'istituzione che presiedo ma anche la democrazia parlamentare nel suo complesso. Quando si vive in un luogo che rappresenta la democrazia, si accettano le regole. Una delibera può essere approvata e può non essere approvata. E certo non può accadere che, chi si vede rifiutare con un voto trasparente la propria proposta, poi organizza un'irruzione a scopo intimidatorio".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

A Forza Italia la Vigilanza Rai: è Barachini il nuovo presidente

È stato eletto con 22 voti al terzo strutinio

Assemblea Nazionale del Partito Democratico

Commissioni, accordo chiuso: Guerini al Copasir, Barachini alla Vigilanza Rai

Dopo oltre due settimane di trattative, scontri, accuse e ricuciture, sembra essere finalmente giunto l'happy ending per le commissioni parlamentari di garanzia

Trapani, cominciato lo sbarco dei migranti dalla nave Diciotti

Sbarchi, la Spagna supera l'Italia, ma il primato dei morti resta nostro

I dati dell'Oim mostrano un crollo complessivo degli arrivi e una forte redistribuzione a favore di Spagna e Grecia