Venerdì 22 Dicembre 2017 - 17:45

Boldrini con Liberi e uguali: "Saremo forza aperta, inclusiva e di governo"

La presidente della Camera sceglie il nuovo schieramento politico guidato dal presidente del Senato, Grasso

Laura Boldrini annuncia la sua candidatura con Liberi e Uguali

A pochi giorni dalla fine della legislatura Laura Boldrini scende in campo e ne dà annuncio durante l'incontro convocato nello Spazio Cerere di San Lorenzo, a Roma. "Continuerò con la formazione Liberi e uguali, con la mia agenda e le mie convinzioni - dice la presidente della Camera - abbiamo il dovere di fare tutto per evitare la crescita dell'astensionismo elettorale delle forze progressiste". "Sono convinta - aggiunge - che Liberi e uguali, anzi 'libere e uguali' abbia le potenzialità per farlo. Il nostro obiettivo è arrivare a una forza aperta, inclusiva e di governo".

In platea, tra le 'persone che le sono state vicine' in questi cinque anni ci sono tra gli altri i tre coordinatori del nuovo partito, Roberto Speranza, Nicola Fratoianni e Pippo Civati, e poi Arturo Scotto, Simone Petrangeli, Ciccio Ferrara, Massimiliano Smeriglio Cecilia Guerra e Francesco Laforgia. Non c'è il presidente del Senato Pietro Grasso che però fa sapere via Twitter: "Felice che abbia scelto di unirsi a un progetto che cresce di giorno in giorno. Benvenuta Laura!".

Boldrini ringrazia Sel e il Pd per averle dato la possibilità di fare l'esperienza da presidente della Camera, in cinque anni belli e "travagliati", nei quali "alcuni provvedimenti presi dal governo come il jobs act e la riforma della Costituzione, hanno profondamente diviso l'area progressista". Fa un elenco di quelle che sono per lei le parole chiave in questo momento di scelta e ci mette dentro: 'gratitudine', 'dignità', 'Stati Uniti d'Europa', 'lavoro', 'antifascismo' e 'coerenza'. La presidente parla per una ventina di minuti, poi sulle note di Rino Gaetano cantate dal gruppo 'Sei ottavi', scattano gli abbracci e il brindisi accompagnato da panettone e pandoro. Appuntamento al prossimo anno per la campagna elettorale vera e propria.

Loading the player...

Il benvenuto arriva anche da Massimo D'Alema, che parla di una "scelta di grande valore" e pensando alle prossime elezioni si dice ottimista: "Credo che noi possiamo puntare a un risultato a due cifre, questo è l'obiettivo - afferma parlando su Radio Capital - Ci davano al 6,7, ora al 7... Siamo una forza in crescita. Penso che altre forze verranno con noi. Io continuo a guardare con interesse ai movimento della società civile. Il processo di costruzione è ancora in corso".

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trattativa Stato-mafia, dopo 5 anni di processo arriva la sentenza

Stato-mafia, M5S: "Giornata storica". Berlusconi e Fi pronti a querelare pm

Una sentenza che fa discutere e che rende ancora più aspri i toni dello scontro politico

Senato, Palazzo Giustiniani. Consultazioni

Centrodestra rischia di implodere: ma Cav e Salvini non mollano la coalizione

Alta tensione tra i due leader, divisi per strategie e intendimenti, ma costretti in una 'cintura' che si stringe giorno dopo giorno

Quirinale - Consultazioni

Il malumore di Mattarella, i litigi e il disinteresse per la gente

Dopo due giorni di 'esplorazioni' l'aria è pesante. E si alza il livello dello scontro (e del cattivo gusto)

Milano, Processo Ruby bis in tribunale

Emilio Fede: "Consigliai io a Casalino di proporsi come pr al M5S. È bello e simpatico"

L'x direttore del Tg 4 ha raccontato: "Venne da me e gli proposi di offrire la sua capacità, la sua simpatia e la sua bellezza fisica"