Lunedì 14 Novembre 2016 - 17:00

Boko Haram avverte Trump: La guerra è appena iniziata

Il leader Shekau: "Lo Stato islamico non interromperà la jihad"

Boko Haram avverte Trump: La guerra è appena iniziata

Il gruppo terrorista nigeriano Boko Haram avverte il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump: "La guerra è appena iniziata" e gli alleati dello Stato islamico non interromperanno la jihad. Il leader del gruppo, Abubakar Shekau, in un messaggio video diffuso dai media locali chiede ai gruppi islamici estremisti di non lasciarsi influenzare dalla minacce di Trump, o dalla guerra guidata dagli Usa contro i terroristi in Siria e Iraq.

"Resteremo fermi nella nostra fede e non ci fermeremo", dice Shekau. I media locali hanno sottolineato che il messaggio è una risposta alla promessa di Trump, fatta in campagna elettorale, di distruggere i gruppi terroristi islamici. Lo scorso anno Shekau aveva annunciato l'adesione formale del gruppo nigeriano all'Isis e giurato lealtà al suo leader, Abu Bakr al-Baghdadi.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

U.S.-WASHINGTON D.C.-PRESIDENT-DONALD TRUMP-100 DAYS

Per 100 giorni Trump diserta cena corrispondenti: Media disonesti

Il presidente ha minimizzato sulle promesse che non è riuscito ad attuare, come la sostituzione dell'Obamacare e ha assicurato che il muro al confine con il Messico si farà

Papa Francesco in Piazza San Pietro

Venezuela, l'appello del Papa da san Pietro: Basta violenze

Rientrato dal viaggio in Egitto, Bergoglio ha esortato al rispetto dei diritti umani

Marine Le Pen, French National Front (FN) political party leader and candidate for French 2017 presidential election, arrives at her campaign headquarters in Paris

Francia, Le Pen: L'euro è morto Sì a coabitazione di monete

La candidata dell'estrema destra alle presidenziali francesi parla a Le Parisien

Elezioni Generali 2017, Theresa May in campagna elettorale

Brexit, May respinge le linee guida Ue: Nessun accordo per uscita

La premier britannica ha ribadito le sue priorità: libero mercato senza dazi e fine della libera circolazione dei migranti