Mercoledì 04 Gennaio 2017 - 07:00

Bocciato piano news, Rai: Rammarico per dimissioni Verdelli

Per l'azienda la proposta del direttore editoriale è la "base per il confronto"

Antonio Campo Dall'Orto e Carlo Verdelli in Commissione Vigilanza Rai

La "Rai ha preso atto questa sera della volontà espressa dal direttore editoriale per l'Offerta informativa Carlo Verdelli di rassegnare le sue dimissioni irrevocabili. Rai si rammarica della scelta e ringrazia sentitamente Verdelli per la preziosa attività svolta in questo anno di lavoro nel quale ha coordinato l'attività informativa del Servizio pubblico". Così si legge in una nota di Viale Mazzini. "Il Direttore Generale Antonio Campo Dall'Orto, in particolare, lo ringrazia per aver saputo gestire con grande capacità, scrupolo e professionalità i numerosi momenti di emergenza informativa in cui la Rai, i suoi canali e i suoi giornalisti sono sempre riusciti a offrire agli italiani un'informazione puntuale, coordinata e pluralista". L'azienda ribadisce però "che la proposta di Piano per l'informazione redatta dal direttore Verdelli e dalla sua struttura resterà come una preziosa base da cui far proseguire il confronto necessario al varo del Piano finale per l'Informazione su cui tutto il Consiglio di Amministrazione e il Direttore generale sono da mesi impegnati".

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Pd, Renzi 'indisponibile' a confronto con Di Maio. Gentiloni e Zingaretti attesi a Ravenna

La festa dell'Unità si terrà in Emilia dal 24 agosto al 10 settembre. È già polemica sull'invito al vicepremier pentastellato

Governo, festa M5s. Grillo suona la campanella

Beppe Grillo compie 70 anni. M5S lo omaggia: "Paziente 0 che ha diffuso virus"

Il fondatore del blog scherza su Twitter: "Vi aspetto su Marte per il Movimento 6 Stelle! Siamo oltre!"

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito