Giovedì 30 Novembre 2017 - 17:45

Blitz skinhead a Como: otto denunciati per violenza privata

L'Ong Como Senza Frontiere ha sporto denuncia per apologia di fascismo

Salgono a otto gli estremisti del gruppo Veneto Fronte Skinheads denunciati per violenza  privata dopo il blitz di due sere fa nella sede di un'associazione che ospitava una riunione della rete Como Senza Frontiere, attiva nell'accoglienza dei migranti. L'Ong ha sporto subito denuncia per apologia di fascismo. I quattro estremisti (che si vanno ad aggiungere ai quattro già denunciati nel pomeriggio) sono stati individuati grazie alla collaborazione tra la Questura di Como e quelle di Brescia e Mantova in seguito alla diffusione del filmato del blitz. Sono tutti già noti alle forze dell'ordine per la loro appartenenza a ambienti neofascisti.
Durante il blitz i membri del gruppo hanno letto una sorta di "manifesto" contro l'"invasione di immigrati e l'immigrazionismo". 

Loading the player...

Al vaglio anche la posizione di Giordano Caracino, leader del movimento, che ieri sera, intervistato dal programma di Radio24 'La Zanzara', ha difeso il biltz. "Non era incontro segreto, ma pubblico. E non c'è stata alcuna violenza. Lo rifaremo. Le denunce? Ce ne possono fare anche diecimila, non cambieremo di una virgola", ha detto incalzato da Giuseppe Cruciani e David Parenzo. "Il fascismo? - ha aggiunto Caracino - . Ha fatto cose assolutamente positive per l'Italia, soprattutto da un punto di vista sociale. Mussolini è stato un grande statista, basta pensare a tutte le riforme sociali che ha fatto, dall'introduzione delle pensioni, la previdenza sociale, gli assegni alle famiglie, le bonifiche. Ci sono state un sacco di cose buone che ha fatto. Cosa ha sbagliato? A perdere la guerra, fondamentalmente. Era meglio se la vinceva".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

'La battaglia di Irene' - Foto tratta dalla pagina Facebook dell'Associazione Luca Coscioni

'La battaglia di Irene' e l'appello doloroso del marito per l'eutanasia

La donna, morta prima di ottenere il suicidio assistito in Svizzera, è il nuovo volto della campagna promossa dall'associazione Luca Coscioni

Natalia Mesa Bush da Borsalino

Fallita l'azienda Borsalino: respinto concordato Camperio per evitare la bancarotta

Toccherà ora al tribunale e a curatori fallimentari, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, decidere come muoversi

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana