Martedì 17 Luglio 2018 - 07:15

Maxi blitz contro il clan dei Casamonica: 37 arresti tra Roma e la Calabria

Operazione nella capitale e nelle province di Reggio Calabria e Cosenza. Tra le vittime di usura, anche il conduttore Marco Baldini

Scacco ai Casamonica: tre anni di indagini dei carabinieri coordinati dalla procura di Roma per mettere a segno un'operazione che colpisce come mai prima d'ora il clan della periferia sud est di Roma. Trentasette persone finiscono in arresto, tra di loro ci sono 11 donne e il boss Giuseppe Casamonica di recente uscito dal carcere. Sono accusati, a vario titolo, di far parte di un'associazione di tipo mafioso dedita al traffico e allo spaccio di droga, all'estorsione, l'usura, la detenzione illegale di armi e tanto altro.

Le indagini, condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Frascati coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, partono nell'estate del 2015, ancor prima degli sfarzosi funerali del patriarca, 'zio Vittorio', e documentano "l'esistenza di un'associazione mafiosa autoctona strutturata su più gruppi criminali, prevalentemente a connotazione familiare", scrivono gli inquirenti. Il gruppo controlla lo spaccio di tutta l'area sud est della città, ha nella zona di Porta Furba il suo quartier generale, e forti legami con altri gruppi di mafia a cominciare dalla ndrangheta.

 

Loading the player...

Le indagini si avvalgono, ed è la prima volta che avviene, di una collaboratrice di giustizia per anni parte della 'famiglia', ex cognata del boss, il cui apporto è stato fondamentale per ricostruire i traffici di droga, le attività di usura ed estorsione, le minacce del clan e i ruoli apicali e secondari al suo interno. "Loro sono perfettamente consapevoli di avere un potere intimidatorio, che esercitano nelle loro attività. I Casamonica incutono notevole timore e nessuno li denuncia mai", spiega la donna agli inquirenti, come riportato nell'ordinanza di oltre mille pagine firmata dal gip Gaspare Sturzo. Le vittime di usura una volta ricevuto un prestito dai Casamonica, non riescono più a sottrarsi alle richieste di denaro, che continuano anche a distanza di anni e si fondano sulla forza di intimidazione di un gruppo, che il più delle volte non ha neanche la necessità di far ricorso a minacce esplicite per ottenere la consegna di soldi, attività o case.

Chiamate a testimoniare contro i propri aguzzini, le vittime di usura, tra le quali personaggi noti come il conduttore Marco Baldini, si chiudono spesso in un silenzio che teme ripercussioni e vendette.

Fra gli arrestati anche appartenenti alla famiglia 'cugina' degli Spada, alcuni dei quali abitanti in vicolo di Porta Furba come il pugile, ex campione italiano, Domenico, detto 'Vulcano'. Nel corso del blitz vengono sequestrati beni per centinaia di migliaia di euro, tra cui una palestra a Marino, riconducibile al pugile finito in manette, un ristorante alle spalle del Pantheon, un centro estetico, un villino e una discoteca a Testaccio, oltre a numerosi conti correnti e una ventina di auto. Sequestrati anche quattro alloggi popolari occupati irregolarmente da alcuni degli indagati e in alcuni casi estorti ai legittimi assegnatari a seguito di debiti contratti con il clan. 

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, crolla ponte sull’A10

Dramma sul ponte Morandi a Genova: 42 morti, tre bambini. Si scava tra le macerie

La città in preda all'incubo di un crollo annunciato. Procuratore Cozzi: "Tragedia immane e insensata". Autostrade: "Era in corso consolidamento della soletta"

Terremoto in Molise. Scossa di magnitudo 4,7. Paura ma non danni

Il sisma alle 23,48. Epicentro a Montecilfone. Non ci sono notizie di danni a persone e cose

Italia vs Olanda - Partita amichevole

Da Mancini a Fognini, il mondo dello sport in lutto per Genova

Il capitano del Genoa, Domenico Criscito era passato da poco sul Ponte Morandi. Non escluso un possibile rinvio di Samp-Fiorentina

Genova, crolla parte di un ponte sull'A10: si scava tra le macerie

Il gigante fragile sulla città. "Ma quel progetto era sbagliato"

Le critiche sull'infrastruttura progettata da Morandi. Le discussioni e le previsioni negli anni