Mercoledì 22 Novembre 2017 - 17:45

Bilancio, la lettera della Ue. Italia rimandata a maggio

La Commissione europea invita a non annacquare le misure chiave. "Evitare passi indietro sulle pensioni. Attuare la Fornero"

Ecofin, riunione dei ministri delle finanze dell'Unione europea in Lussemburgo

L'Italia è rimandata a maggio. La Commissione Ue ritiene che la legge di bilancio rischi di non ridurre a sufficienza il deficit e di violare la regola del debito. Presentando il pacchetto autunnale del Semestre europeo, Bruxelles spiega che la legge di bilancio presenta "una deviazione significativa dal percorso di aggiustamento" e sottolinea che "il persistere dell'elevato livello di debito pubblico" del Belpaese "è motivo di preoccupazione" per tutta l'eurozona.

L'esecutivo europeo ha inviato oggi una lettera al ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, chiedendo chiarimenti sulla manovra. Il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, e il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici (nella foto), chiedono al governo italiano di garantire un via libera del Parlamento "senza un annacquamento delle misure chiave" e portando avanti quelle "cruciali per centrare una correzione strutturale dello 0,3% del Pil".

Secondo Moscovici, in particolare, nella legge di bilancio c'è uno sforzo strutturale dell'Italia sul deficit di 0,1 punti percentuali di Pil, mentre per il 2018 serve "uno sforzo aggiuntivo di 0,3 punti". Moscovici precisa che la lettera, annunciata in conferenza, serve a fare "trasparenza" sulle azioni di Bruxelles. "La Commissione - spiega l'alto funzionario europeo - non è qui per creare problemi, ma per trovare delle soluzioni con il dialogo".

Dombroviskis, interpellato dai giornalisti, chiede all'Italia che non vengano fatti passi indietro sulle pensioni e che l'attuazione della Fornero sia piena. "Riteniamo - chiarisce il vicepresidente della Commissione - che sia importante attenersi alle riforme: nel 2017 abbiamo visto che nel bilancio che c'erano dei provvedimenti che parzialmente allontanavano gli effetti delle riforme, con un aumento limitato della spesa a medio termine e il governo sta parlando di prorogarli".

La questione in gioco, continua Dombroviskis, è la "sostenibilità della spesa pensionistica a lungo termine". Il Tesoro è convinto che non ci sarà bisogno di alcuna misura aggiuntiva. L'accelerazione della crescita e una - più volte citato da Roma - differenza tecnica di calcolo delle stime, potrebbero avvicinare le posizioni. Inoltre nella lettera dei due commissari Bruxelles riconosce gli "sforzi fatti" dall'Italia sia sulla "competitività" sia sui "conti pubblici".

Ma, avverte l'esecutivo europeo, "il debito pubblico rimane una vulnerabilità chiave" e perfino il pur minimo calo al 130,8% del Pil nel 2018, dal 132% atteso nel 2017, potrebbe essere a rischio se rallenta la crescita o frenano le privatizzazioni. Il giudizio sull'Italia, previsto con le raccomandazioni della Commissione nel maggio prossimo, sarà una verifica sia sui risultati del 2017 sia sulle prospettive del prossimo anno.

Da via XX Settembre fonti fanno sapere che la Commissione Ue "apprezza" gli impegni italiane e il governo "è fiducioso" che Bruxelles non chiederà altre misure, né alcuna manovra correttiva. "Il governo - dicono le fonti - è fiducioso che attraverso il dialogo costruttivo con la Commissione potranno essere chiariti i diversi punti di vista, senza la necessità di ricorrere ad ulteriori interventi".

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Governo annuncia revoca concessioni ad Autostrade: titolo Atlantia a picco

I mercati puniscono la società controllante di Autostrade per l'Italia che fa capo alla famiglia Benetton. La replica: "Provvedimento senza una contestazione specifica"

TURKEY-ECONOMY-CURRENCY

Lira turca in bilico, Erdogan: "Boicotteremo prodotti elettronici Usa"

Dopo la ripresa e il sospiro di sollievo dei mercati, il nuovo annuncio rischia di riaffossare la moneta

Vertice tra i 'big' del governo: "Impegno su debito". Scende lo spread

Telefonata tra Conte, Di Maio, Salvini e Tria. Il differenziale Btp-Bund in calo dopo aver toccato quota 278 punti base

US-ENGLAND-ART

Tensione sui prezzi a luglio. L'inflazione sale all'1,5%

Un aumento dello 0,2% su base annua. Crescono alcuni bene di consumo. Meno i servizi