Lunedì 22 Gennaio 2018 - 09:30

Bersani: "Parlare con M5s è un dovere, fare un'alleanza è tutto un altro film"

L'esponente di Leu parla a Radio Capital delle possibili alleanze con Berlusconi e Di Maio

Hotel Nazionale. Pierluigi Bersani partecipa ad un seminario su Giuseppe Dossetti

"Parlare con i Cinque Stelle è un dovere, fare un'alleanza è tutto un altro film". Pier Luigi Bersani chiarisce con questa frase, su Radio Capital, la sua posizione su un possibile accordo con Luigi Di Maio dopo le elezioni. "Dare delle definizioni assiomatiche - continua - su cosa sono i Cinque stelle mi sembra prematuro. Il M5S è un universo che resterà in movimento. Con chi non è disposto a discutere di lavoro umano, welfare universalistico e progressività fiscale non apriamo neanche il libro". 

Ma nei contronti di Berlusconi, Meloni e Salvini la situazione non è migliore. "Noi con la destra non ci andiamo per una questione di igiene mentale. Chi dice che favoriamo la destra ha perso il senno. Noi portiamo a votare la gente che starebbe a casa", dichiara Pier Luigi Bersani su Radio Capital. "Noi facciamo vincere la destra? Sono argomento strumentali, perché Renzi fa la campagna contro di noi", conclude, ritenendo invece probabile un governo Renzi-Berlusconi. "Se seguo le tracce non posso avere dubbi su questo, la legge elettorale l'hanno fatta insieme, vuole che nell'istinto di Berlusconi non ci sia che è meglio parlare con Renzi che con la Lega e Salvini? E vuoi che nel pensiero di Renzi non ci sia: facendo fuori la sinistra si può ereditare l'elettorato di Berlusconi ormai in tramonto? Ma i numeri non ci sono".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio, il candidato premier M5S, a Salerno nell’ambito del #Rally per l’Italia

M5S, parlamentarie: giudice respinge ricorso, ma manca democrazia interna

Il caso di Maria Elena Martinez, attivista di Padova, non ammessa. Ma gli esclusi in tutto sono circa 3000

Movimento 5 Stelle - Villaggio Rousseau a Pescara

Inchiesta nomine, Romeo: "Forse tornerò nella squadra, deciderà Raggi"

Parla l'ex capo della segreteria politica della sindaca di Roma dopo l'archiviazione sull'inchiesta per la sua nomina.

Meloni, a Roma la manifestazione anti-inciucio

Berlusconi: "Ok ai fuoriusciti M5s". Meloni: "Non si allarga la coalizione"

La leader di Fdi: "Necessario un segnale di compattezza prima della fine della campagna elettorale"

Paolo Gentiloni al comizio PD con Giorgio Gori

Gentiloni: "Italia avanti solo con governo Pd. Gori per Lombardia aperta"

Il premier a Milano: "È l'unico pilastro per questa seconda stagione di riforme"