Mercoledì 08 Giugno 2016 - 08:00

Bernie Sanders licenzierà oggi metà del suo staff

L'indiscrezione arriva dal New York Times

Bernie Sanders

 Il candidato alle primarie democratiche per presidenza degli Stati Uniti,  Bernie Sanders, licenzierà oggi almeno la metà della sua squadra elettorale. A riferirlo è il quotidiano "The New York Times". La decisione è emersa quando ormai le primarie democratiche sono praticamente chiuse, con l'ultimo appuntamento previsto per il 14 giugno a Washington Dc. Anche se Sanders ha perso nella maggior parte delle elezioni interne che sono state giocate dal 1 ° febbraio, non ha ancora annunciato la sua intenzione di ritirarsi dalla gara, e vuole arrivare alla convention democratica di luglio.Secondo il New York Times, che cita fonti non identificate del team, molti di coloro che smetteranno di lavorare per Sanders sono responsabili per la logistica elettorale e gli altri che hanno lavorato per attirare  voti a favore del leader politico.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%