Martedì 18 Ottobre 2016 - 19:45

Berlusconi dice no al referendum: Uomo solo al comando

"Questo governo punta su un testo mal scritto e pericoloso"

Berlusconi dice no a referendum: Rischio uomo solo al comando

"Un forte, deciso e responsabile No a questa riforma che favorirebbe una deriva autoritaria davvero con il rischio di un uomo solo al comando. Il contrario della democrazia". Silvio Berlusconi motiva così, in una intervista al Tg5, il suo 'no' al referendum del 4 dicembre.

"Questo governo punta su una riforma costituzionale mal scritta e pericolosa per ritrovare quel consenso che non ha più. Anche per questa ragione dobbiamo rispondere con un forte, deciso e responsabile No a questa riforma che favorirebbe una deriva autoritaria, davvero con il rischio di un uomo solo al comando. Il contrario del governo del popolo è il contrario della democrazia?", prosegue Berlusconi.

"Diciamo No perché dopo il No sia possibile approvare, tutti insieme, una riforma vera, diversa, una nuova riforma che deve contenere la scelta da parte degli elettori del presidente della Repubblica, un vero taglio dei parlamentari, che vanno ridotti di oltre la metà. Deve contenere il vincolo di mandato, per cui un eletto non può cambiare bandiera senza dimettersi: un limite costituzionale alle imposte, alla pressione fiscale che nessun governo può superare: una vera riforma delle Regioni, che oggi sono diventate un'altra grande e costosa burocrazia". 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Silvio Berlusconi ospite a "Quinta Colonna"

Berlusconi e la gara di pipì con Confalonieri: "Sulle scarpe? Hai vinto tu"

L'ex Cav racconta un aneddoto capitato durante una festa coi vecchi compagni di scuola

Paolo Gentiloni all'inaugurazione dell'anno accademico della Luiss

Gentiloni: "Non è tempo delle cicale. Nessun rischio instabilità"

Il premier all'inaugurazione dell'anno accademico della Luiss di Roma: "L'Italia è il Paese più coerente in Ue nonostante cambi governo"

Matteo Salvini annuncia l'ingresso di Giulia Bongiorno nella Lega

Salvini 'ingaggia' Giulia Bongiorno: "Sarà capolista della Lega"

L'avvocatessa: "Ho portato avanti delle battaglie stando nel mio studio, ma è in Parlamento che le cose si fanno"

Luigi Di Maio a Torino per la restituzione stipendi consiglieri

Parlamentarie M5S, proteste sul web. Il blog: "Sono chiuse"

Molti non sono riusciti a esprimere la loro preferenza, altri non hanno trovato il proprio nome nella lista dei papabili che correranno al proporzionale nelle elezioni del 4 marzo