Venerdì 23 Dicembre 2016 - 15:30

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

La cancelliera dopo l'uccisione dell'attentatore: "Grazie all'Italia e auguri al poliziotto ferito"

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

Nel corso di una telefonata avuta oggi, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto al presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi che si dovrà "accelerare il processo di rimpatrio" dei cittadini tunisini che non hanno diritto d'asilo in Germania e anche "aumentare il numero di persone che vengono rimpatriate". Lo ha riferito la stessa Merkel in conferenza stampa.

Merkel ha poi ringraziato, in conferenza stampa, l'Italia dopo che il tunisino Anis Amri, ricercato per l'attacco di lunedì al mercatino di Natale di Berlino, è stato ucciso nella notte in una sparatoria con la polizia a Milano. "Ho ringraziato il presidente del Consiglio italiano. Ribadisco il mio ringraziamento all'Italia per la collaborazione così stretta in questo caso. Auguro al poliziotto italiano ferito una guarigione completa e rapida". 

La cancelliera ha poi ricordato tutte le vittime, citando espressamente anche la "giovane italiana" Fabrizia Di Lorenzo e l'autista polacco al quale è stato sottratto il camion dall'attentatore. "Per tutte queste famiglie delle vittime il Natale sarà un Natale di tristezza", ha detto Merkel.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in Perù

Pedofilia, O'Malley critica il Papa: "Addolora sua difesa di Barros"

Il cardinale di Boston presidente della commissione della Santa sede contro gli abusi sui minori prende le distanze da Bergoglio

Repubblica Ceca, incendio in hotel in centro Praga: 2 morti, 7 feriti

Tre sono in gravi condizioni. Il fuoco è stato domato dopo due ore

Kabul, talebani rivendicano attacco all'hotel Intercontinental: almeno 6 morti

La polizia ha ucciso i quattro uomini armati del commando aveva preso d'assalto la struttura

Continua il viaggio di Papa Francesco in Perù

Perù, Papa da alluvionati Niño: "Proteggetevi anche da tempesta sicariato"

Francesco richiama all'unità: mani tese e compassione, perché "ci sono cose che non si improvvisano e tanto meno si comprano"