Venerdì 23 Dicembre 2016 - 15:30

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

La cancelliera dopo l'uccisione dell'attentatore: "Grazie all'Italia e auguri al poliziotto ferito"

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

Nel corso di una telefonata avuta oggi, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto al presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi che si dovrà "accelerare il processo di rimpatrio" dei cittadini tunisini che non hanno diritto d'asilo in Germania e anche "aumentare il numero di persone che vengono rimpatriate". Lo ha riferito la stessa Merkel in conferenza stampa.

Merkel ha poi ringraziato, in conferenza stampa, l'Italia dopo che il tunisino Anis Amri, ricercato per l'attacco di lunedì al mercatino di Natale di Berlino, è stato ucciso nella notte in una sparatoria con la polizia a Milano. "Ho ringraziato il presidente del Consiglio italiano. Ribadisco il mio ringraziamento all'Italia per la collaborazione così stretta in questo caso. Auguro al poliziotto italiano ferito una guarigione completa e rapida". 

La cancelliera ha poi ricordato tutte le vittime, citando espressamente anche la "giovane italiana" Fabrizia Di Lorenzo e l'autista polacco al quale è stato sottratto il camion dall'attentatore. "Per tutte queste famiglie delle vittime il Natale sarà un Natale di tristezza", ha detto Merkel.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Brexit

Brexit, allarme Ue sul negoziato: "Prepariamoci a ogni eventualità"

È l'avvertimento lanciato dalla Commissione Ue agli Stati membri

Amesbury incident

Spia russa, identificati i responsabili dell'attacco a Skripal

Sarebbero i presunti colpevoli dell'attacco con l'agente nervino Novichok individuati "attraverso le telecamere di sorveglianza"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"