Venerdì 23 Dicembre 2016 - 15:30

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

La cancelliera dopo l'uccisione dell'attentatore: "Grazie all'Italia e auguri al poliziotto ferito"

Berlino, Merkel: Accelerare rimpatrio di immigrati irregolari

Nel corso di una telefonata avuta oggi, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto al presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi che si dovrà "accelerare il processo di rimpatrio" dei cittadini tunisini che non hanno diritto d'asilo in Germania e anche "aumentare il numero di persone che vengono rimpatriate". Lo ha riferito la stessa Merkel in conferenza stampa.

Merkel ha poi ringraziato, in conferenza stampa, l'Italia dopo che il tunisino Anis Amri, ricercato per l'attacco di lunedì al mercatino di Natale di Berlino, è stato ucciso nella notte in una sparatoria con la polizia a Milano. "Ho ringraziato il presidente del Consiglio italiano. Ribadisco il mio ringraziamento all'Italia per la collaborazione così stretta in questo caso. Auguro al poliziotto italiano ferito una guarigione completa e rapida". 

La cancelliera ha poi ricordato tutte le vittime, citando espressamente anche la "giovane italiana" Fabrizia Di Lorenzo e l'autista polacco al quale è stato sottratto il camion dall'attentatore. "Per tutte queste famiglie delle vittime il Natale sarà un Natale di tristezza", ha detto Merkel.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

"Islam religione di pace... eterna". Charlie Hebdo nella bufera

La copertina del settimanale accende le polemiche per l'ironia sull'attentato a Barcellona

Balla la Macarena per strada: 14enne arrestato in Arabia Saudita

Il video mentre attraversa la strada al passo di danza è diventato virale dopo un anno scatenando la reazione della polizia saudita

Violenti scontri nella notte dopo la visita di Trump a Phoenix

"Charlottesville, media disonesti". Scontri a convegno Trump

Il presidente americano parla anche di Messico e Corea del Nord. Spary urticanti sui manifestanti anti-Trump

Barcellona, libero un arrestato. Documento Isis in covo di Alcanar

Un altro imputato resterà in carcere ancora per 72 ore. Negata la cauzione agli altri due. Chemlal: "Volevamo colpire la Sagrada Familia"