Lunedì 19 Dicembre 2016 - 13:45

Bebe Vio: Prossimo obiettivo crearmi una vita oltre lo sport

"L'anno post-olimpico è sempre l'anno delle sorprese e a livello personale non vedo l'ora di cominciare a fare una vita più normale"

Bebe Vio: Prossimo obiettivo crearmi una vita oltre lo sport

"Il 2016 è stato bellissimo e mi ha regalato emozioni straordinarie come quelle vissute a Rio. Ma il prossimo anno non sarà assolutamente noioso, perché l'obiettivo per me sarà crearmi una vita oltre lo sport". Questi i propositi della campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio, intervistata a margine della cerimonia di consegna dei Collari d'Oro al Salone d'Onore del Coni. "L'anno post-olimpico è sempre l'anno delle sorprese ed a livello personale non vedo l'ora di cominciare a fare una vita più normale. Vado a vivere da sola e inizierò a lavorare", racconta sorridente.

"Io - dice ancora - credo che oltre lo sport ci sia una vita, che per me significa anche continuare gli studi, andare all'università. Studiare è importantissimo, non capisco tutti quegli sportivi che a fine carriera dicono: e ora cosa faccio? Io sono grafica, mi piace tanto il mondo della comunicazione e voglio continuare a fare quello che mi piace oltre lo sport".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Fencing Grand Prix Torino 2017 Trofeo Inalpi

Mondiali di scherma, Alice Volpi è oro nel fioretto

Medaglia di bronzo per Arianna Errigo, sconfitta in semifinale

Scozia, 147esimo Open di golf a Carnoustie - Terzo giorno

Impresa Molinari, vince l'Open Championship: è il primo italiano

Trionfo storico sul campo del Carnoustie Golf Links, in Scozia. L'azzurro: "Emozione incredibile"

Tour de France, Nielsen vince la 15/a tappa. Il danese: "Tutto perfetto"

Il danese della Astana si è imposto in volata su Izaguirre e Mollema. Thomas resta in gialla

Foto tratta dal profilo Twitter di Mara Navarria - Credit: Augusto Bizzi

Campionati del Mondo di scherma, Mara Navarria oro nella spada femminile

La friulana dell'Esercito ha battuto nella finale la romena Ana Maria Popescu. Per lei è il primo titolo mondiale