Giovedì 08 Settembre 2016 - 14:00

Bce mantiene costo del denaro invariato, tasso chiave resta a 0

Acquisti mensili di attività per 80 miliardi. Draghi: L'Eurozona resiste all'incertezza, ma rischi al ribasso

Il presidente della Bce, Mario Draghi

La Banca centrale europea ha deciso di mantenere fermo il costo del denaro. Il consiglio direttivo ha annunciato che il tasso chiave di riferimento resta a zero, quello sui depositi a -0,40% e il tasso marginale a 0,25%. La decisione era attesa dai mercati. L'attenzione degli operatori è ora per la consueta conferenza stampa del presidente della Bce, Mario Draghi, prevista nel pomeriggio. Il consiglio direttivo della Bce "conferma l'intenzione di condurre gli acquisti mensili di attività per 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017, o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell'evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione".  

Il consiglio Bce si aspettare che i tassi di interesse di riferimento "si mantengano su un livello pari o inferiore a quello attuale per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività".

QE FINO AL MARZO 2017. Il consiglio direttivo della Banca Centrale  "conferma l'intenzione di condurre gli acquisti mensili di attività per 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017, o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell'evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione" . "Non ne abbiamo discusso" ha sottolineato Draghi a chi gli chiedeva se il consiglio direttivo della Banca centrale fosse vicino a una estensione del programma di quantitative easing. "Abbiamo discusso di proiezioni macroeconomiche e sullo stato dell'economia", ha aggiunto.

DRAGHI: EUROZONA RESISTE."Nonostante le evidenze della resistenza dell'eurozona all'incertezza globale, lo scenario di base resta soggetto a rischi al ribasso" ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine della riunione della Banca centrale.  La crescita nell'eurozona continua a "un ritmo moderato e stabile" ha precisato Draghi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Davos, Xi: Basta dare colpa a globalizzazione, no al protezionismo

Presidente Cina: Globalizzazione non ha colpe, no a protezionismo

Per Xi Jinping, a Davos, "nessuno uscirà vincitore da una guerra commerciale"

Usa, General Motors aunnuncia ulteriore miliardo di investimenti

Usa, General Motors annuncia ulteriore miliardo di investimenti

La cifra andrà a sommarsi ai 2,9 miliardi di dollari di investimenti annunciati nel 2016

Istat, a novembre export +2,2% e import +1,7%: surplus a 4,2 mld

Istat, a novembre export +2,2% e import +1,7%: surplus a 4,2 mld

L'aumento congiunturale dell'export è trainato dalle vendite verso i mercati extra Ue