Sabato 24 Giugno 2017 - 09:15

Bari, minaccia di morte la moglie e fugge: arrestato

La scorsa notte l'ultima di una serie di aggressioni e violenze, l'uomo ritrovato dopo poche ore

I Carabinieri di Noicattaro, in provincia di Bari, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo considerato responsabile di una lunga serie di minacce di morte ed aggressioni fisiche e psicologiche nei confronti della moglie. È stata la minaccia di morte rivoltale dal coniuge ieri sera a far rendere conto la donna della intollerabilità della situazione. E di lì la richiesta di intervento ai militari dell'Arma che, intervenuti presso il domicilio, hanno immediatamente appreso una situazione di maltrattamenti perdurante da anni.

Le immediate ricerche dell'uomo, allontanatosi dall'abitazione prima dell'arrivo della pattuglia, hanno permesso di rintracciarlo qualche ora più tardi nelle vie del comune nojano in sella ad un ciclomotore. Alla vista della pattuglia che intendeva avvicinarsi, l'uomo ha aggredito anche i militari per impedire la cattura. Lo stesso, una volta bloccato e arrestato, è stato portato, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, presso la Casa Circondariale di Bari

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

IL PRELIEVO AL BANCOMAT

La crisi spaventa: il denaro non circola, 38 miliardi di riserve in più

I cittadini accumulano per timore di nuove tasse, le imprese non investono perché non hanno fiducia nel futuro

Belgio, insetti da mangiare

Insetti a tavola dal 1 gennaio, più di 1 italiano su 2 è contrario

La maggior parte dei nuovi prodotti proviene da Paesi come la Cina o la Thailandia da anni ai vertici delle classifiche per numero di allarmi alimentari

Maltempo ponte della Liberazione - Nebbia al Passo del Tonale

Nuvole e temperature in calo: il meteo del 21 e del 22 ottobre

Le previsioni per sabato e domenica: il freddo inizia ad arrivare

A customer walks out of a KFC restaurant in Shanghai

Kfc e la lotta alla fame: dona il pollo fritto ai poveri

Il fast food, in collaborazione col Banco Aliminetare, è il primo a non buttare le eccedenze