Martedì 05 Gennaio 2016 - 08:35

Bari, minaccia di morte la moglie con un fucile da caccia: arrestato

IMG

Bari, 5 gen. (LaPresse) - In una lite minaccia di morte la moglie puntandole contro un fucile da caccia. È quanto accaduto l'altra sera a Triggiano (Bari), dove i carabinieri hanno arrestato un pregiudicato 42enne con le accuse di detenzione illegale di armi da sparo clandestine e minaccia aggravata. La donna, trovata in casa al momento dell'arrivo dei militari visibilmente scossa, ha raccontato loro di essere stata minacciata di morte dal marito, che le ha puntato contro un fucile da caccia, per poi fuggire di casa quando ha capito che i carabinieri sarebbero arrivati da lì a poco. I militari lo hanno rintracciato in una via del centro abitato.

Sotto un'autovettura in sosta, nel luogo in cui l'uomo è stato bloccato, è stata trovata una busta contenente un fucile da caccia calibro 12, di fabbricazione belga, con matricola abrasa, oltre a una trentina di cartucce. Inevitabile, a questo punto, l'arresto per l'uomo, per il quale la Procura della Repubblica di Bari ha disposto il trasferimento in carcere. Sull'arma, sequestrata insieme alle cartucce, verranno eseguiti accertamenti dalla sezione investigazioni scientifiche dei carabinieri, finalizzati ad accertarne la provenienza e per verificarne l'eventuale uso in altri delitti avvenuti nella zona negli ultimi tempi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Visita del presidente Mattarella a  Mantova

Mantova, favori sessuali in cambio di fondi: indagato il sindaco

Mattia Palazzi, Pd, finito nell'indagine della procura, si difende: "Mai chiesto nulla a nessuno in cambio di una collaborazione con il Comune"

Amazon - Sciopero dei lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni

"Oggi il pacco è per Amazon", scioperano i dipendenti di Piacenza durante il Black Friday

La protesta dei lavoratori per chiedere un migliore trattamento economico

Ostia, aggressione a giornalista: Roberto Spada fermato e poi trasferito in carcere

Ostia, resta in carcere Roberto Spada: rigettato il ricorso della difesa

Lo scorso 7 novembre aveva aggredito il giornalista Rai durante un'intervista

Igor il Russo è ancora ricercato, cinque indagati per il favoreggiamento del killer di Budrio

Proseguono le indagini per trovare l'uomo autore di due omicidi avvenuti otto mesi fa nel Ferrarese. Sono spuntati i nomi di alcune persone che lo avrebbero aiutato durante la fuga