Lunedì 16 Maggio 2016 - 08:45

Bari, chiedevano il pizzo a viticoltori: due arresti

Minacciavano il danneggiamento dei vigneti, con il taglio dei tiranti e dei tralci di vite

Bari, chiedevano il pizzo a viticoltori: due arresti

 Imponevano il pizzo ad imprenditori agricoli, minacciando il danneggiamento dei vigneti, con il taglio dei tiranti e dei tralci di vite, così da compromettere l'intero raccolto e quando non riuscivano ad ottenere la pretesa, assoldavano un intermediario per convincerli  a cedere al ricatto. Per questa ragione i carabinieri di Triggiano e Rutigliano (Bari) hanno arrestato due persone, già note alle forze dell'ordine; si tratta di un 40enne sorvegliato speciale, finito in carcere e di un 37enne che si trova ora agli arresti domiciliari. Per un terzo uomo, un incensurato di 38 anni, è scattato l'obbligo di firma; sarebbe stato lui, secondo i carabinieri a svolgere il ruolo di intermediario. Il modus operandi era sempre simile: la vittima veniva avvicinata con richiesta di denaro e, se non pagava, i due danneggiavano i vigneti, compromettendo l'intero raccolto.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone