Sabato 03 Dicembre 2016 - 18:15

Barcellona-Real 1-1: Suarez illude, poi ci pensa Ramos

E' stato un match abbastanza povero sotto il profilo tecnico

Barcellona-Real Madrid: Suarez illude, poi ci pensa Ramos

Non è stato un Clasico di straordinaria bellezza, anzi è stato un match abbastanza povero sotto il profilo tecnico, ma solo all'ultima azione, all'ultimo salvataggio sulla linea per rinviare il tentativo disperato di Sergi Roberto, le emozioni tra Barcellona e Real Madrid sono finite. Il pareggio (1-1) è figlio legittimo di un primo tempo di netto dominio madridista e di una ripresa in cui i catalani, dopo essere passati in vantaggio con Suarez, hanno sciupato con Neymar almeno due opportunità per chiudere i conti e sono stati agganciati al novantesimo da una capocciata di Sergio Ramos, lasciato libero in mezzo all'area. In classifica, la squadra di Zidane continua ad avere sei punti di vantaggio, mentre per la formazione di Luis Enrique monta la sensazione di aver gettato una chance.

E' stata comunque una partita intensa fin dall'inizio ma per un pezzo priva di occasioni da gol. Non a caso, nel primo tempo se si eccettua un intervento di Ter Stegen su una conclusione morbida di Cristiano Ronaldo, i portieri sono stati pressoché inoperosi. Forse, tenuto conto della classifica, era lecito aspettarsi qualcosa di più dai blaugrana che invece hanno faticato a innescare Messi, Neymar e il pistolero Suarez. Il Real, trascinato da un Modric mostruoso, si è affidato alle ripartenze per provare a colpire l'avversario. Proprio per questa ragione, sarebbe stato utile il 'centometrista' Bale, mentre nel Barcellona tutto è sembrato precario fino a quando non è entrato Iniesta, reduce da un infortunio al ginocchio.

Se le palle gol sono mancate, il primo tempo al Camp Nou è stato caratterizzato dalle proteste. In particolare, per un fallo subito in area da Lucas Vazquez e per un intervento con un braccio, sempre in area, di Carvajal: in entrambi i casi l'arbitro Clos Gomez non ha ravvisato gli estremi del rigore. La ripresa, al contrario, è cominciata con la rete del Pistolero, al minuto 8', abile a sfruttare una palla inattiva calciata da Neymar. Il vantaggio e l'inserimento di Iniesta al posto di Rakitic, ha trasformato il Barcellona che per una ventina di minuti ha letteralmente dominato la scena, capovolgendo il copione iniziale. Ma per una vecchia regola del calcio, chi troppo spreca (due volte Neymar, una Iniesta) finisce per pagare. Così, dopo un tentativo di Cristiano Ronaldo che è uscito di pochissimo, inesorabile è giunto il pareggio di Ramos, quando stava per iniziare il recupero.
 

Scritto da 
  • Vittorio Oreggia
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

ENG, Premier League, West Bromwich Albion vs FC Arsenal

Guardiola e la 'resa' del City: "Sanchez allo United? Gli auguro il meglio"

Sembra proprio che la squadra di Mou sia destinata a vincere la battaglia sul cileno conteso

Neymar non cede il rigore a Cavani: pioggia di fischi dai tifosi

Proprio quel rigore avrebbe permesso all'uruguaiano di superare Ibrahimovic in testa alla classifica dei migliori cannonieri nella storia del club

Ronaldinho File Photo

Si ritira Ronaldinho, Pallone d'oro del 2005. Tre stagioni nel Milan

Il brasiliano, 37 anni, da quasi due non gioca partite ufficiali pur essendo tesserato del Fluminense. Ha giocato nel Psg e nel Barca