Giovedì 02 Marzo 2017 - 15:45

Barcellona, Luis Enrique annuncia addio a fine stagione

"I tifosi perdono l'allenatore perfetto per il club", commenta Guardiola

Barcellona, Luis Enrique annuncia addio a fine stagione

Luis Enrique dice addio al Barcellona: l'anno prossimo, ha annunciato in conferenza stampa al termine della partita, non siederà sulla panchina dei blaugrana. "E' una decisione molto difficile per me, meditata, su cui ho pensato a lungo, e credo che devo essere fedele a quello che penso", ha spiegato l'allenatore, come riportato dal sito del quotidiano sportivo Marca. "In questa stagione ho avuto un incontro con Soler e Fernandez, mi è stato detto che avevo alcuna fretta di prendere questa decisione. È giunto il momento". Il motivo, ha spiegato, "è la maniera in cui vivo questa professione, questo significa poche ore di riposo, per staccare". Enrique ha poi promesso massimo impegno da qui alla fine del campionato: "Ci sono tre mesi eccitanti, siamo in una situazione difficile, specialmente in una competizione, ma con l'impegno di tutti e se le stelle ci aiutano cambieremo questa partita".

"Con l'addio di Luis Enrique, i tifosi perdono quello che è stato l'allenatore perfetto per il Barcellona. Il calcio negli ultimi tre anni è stato incredibile", ha commentato Pep Guardiola su Twitter.

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

ENG, Premier League, West Bromwich Albion vs FC Arsenal

Guardiola e la 'resa' del City: "Sanchez allo United? Gli auguro il meglio"

Sembra proprio che la squadra di Mou sia destinata a vincere la battaglia sul cileno conteso

Neymar non cede il rigore a Cavani: pioggia di fischi dai tifosi

Proprio quel rigore avrebbe permesso all'uruguaiano di superare Ibrahimovic in testa alla classifica dei migliori cannonieri nella storia del club

Ronaldinho File Photo

Si ritira Ronaldinho, Pallone d'oro del 2005. Tre stagioni nel Milan

Il brasiliano, 37 anni, da quasi due non gioca partite ufficiali pur essendo tesserato del Fluminense. Ha giocato nel Psg e nel Barca