Giovedì 09 Giugno 2016 - 18:00

Speranze per i risparmiatori: con maxiemendamento più indennizzi

Il governo ha incassato la fiducia in Senato

Banche, speranze per i risparmiatori: con maxiemendamento più indennizzi

Il governo ha incassato la fiducia sul maxiemendamento interamente sostitutivo del decreto banche. Ad annunciare in aula al Senato la decisione di porre la fiducia la ministra per le Riforme Maria Elena Boschi, e Palazzo Madama ha detto 'sì' alla fiducia: i voti favorevoli sono stati 169, quelli negativi 70 e zero gli astenuti. Il provvedimento ora passa alla Camera per la seconda lettura.

Il maxiemendamento recepisce le modifiche introdotte in commissione Finanze per allargare la platea degli obbligazionisti di Cariferrara, Carichieti, Banca Marche e Banca Etruria aventi diritto agli indennizzi. I rimborsi scatteranno in caso di reddito "complessivo" - e non più "lordo" - inferiore a 35mila euro. E l'anno di riferimento sarà il 2014 anziché il 2015. Inoltre si prevede che i cittadini abbiano a disposizione sei mesi, e non più quattro, per avanzare la richiesta di rimborso.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il Presidente Mattarella a Civitavecchia in occasione della partenza della "Nave della Legalità"

Il Colle non ci sta: "Tema non sono veti, ma diktat su Mattarella e Conte"

Trapelano malumori per la posizione di Di Maio e Salvini su Savona all'Economia

Antitrust, al via al 13mo convegno a Treviso

L'Antitrust: "No a blocco di Fb e Google, ma lotta alle pratiche scorrette"

Il presidente Pitruzzella illustra gli obiettivi dell'Autorità e le nuove battaglie da combattere

Quirinale, Consultazioni

Salvini: "Pace fiscale e autonomia le priorità". E insiste su Savona al Mef

Una persona che vuole ridiscutere le regole europee "è un vanto per l'Italia, non un disvalore"

Quirinale, terzo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo

Berlusconi attacca: "FI non sosterrà il governo, incompatibili con M5S"

Il leader forzista si scaglia contro "l'ideologia pauperista e giustizialista dei grillini"