Sabato 13 Maggio 2017 - 11:30

Banca Etruria, Renzi: De Bortoli attacca perché voleva posto in Rai

Lite a distanza tra l'ex premier e il giornalista dopo le rivelazioni su Boschi e Banca Etruria

Banca Etruria, De Bortoli: Non sono ossessionato. Renzi: Voleva posto in Cda Rai

Lite a distanza tra l'ex premier Matteo Renzi e l'ex direttore di Corriere e Sole 24 Ore, Ferruccio De Bortoli sull'affaire Banca Etruria, dopo che il giornalista nel suo nuovo libro ha rivelato contatti di Maria Elena Boschi, fedelissima di Renzi, con l'allora ad di Unicredit Ghizzoni a proposito della banca di cui il padre della ministra era vicepresidente. "Il segretario del Pd sostiene che io avrei nei suoi confronti un'ossessione personale. Segnalo all'ex premier che avendo detto due volte no alla proposta di fare il presidente, non era tra le mie ambizioni essere eletto nel cda della Rai. Visto quello che sta accadendo, ringrazio di cuore per non avermi votato. Non avrei potuto comunque accettare avendo firmato un patto di non concorrenza". Così Ferruccio De Bortoli risponde sul Corriere della Sera a quanto affermato da Matteo Renzi in un colloquio con Il Foglio. L'ex premier ha sostenuto che De Bortoli "ha una ossessione personale" nei suoi confronti, "forse perché dà a me la colpa perché non ha avuto i voti per entrare nel Cda della Rai e lo capisco: essere bocciato da una commissione parlamentare non è piacevole". "Io non ho mai scritto che è un massone - aggiunge De Bortoli sul Corriere -, mi sono solo limitato a porre l'interrogativo sul ruolo della massoneria in alcune vicende politiche e bancarie. Ruolo emerso, per esempio, nel caso di Banca Etruria".
 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale