Mercoledì 24 Febbraio 2016 - 16:30

Bambino inventa la parola 'petaloso': è mania sui social

La maestra scrive alla Crusca che replica: Se usata sarà nei dizionari. Ma nella risposta scappa il refuso

La fantasia di un bimbo entra nell'italiano: è 'petaloso' mania

Come descrivere con una sola parola la bellezza di un fiore con molti petali? Una margherita ad esempio, che rispetto a un tulipano ne è molto più ricca. Matteo, studente di una scuola elementare della provincia di Ferrara, ha pensato a 'petaloso' e lo ha scritto in un tema.

La parola alla maestra Margherita è piaciuta tanto da incoraggiare il bimbo a chiedere all'Accademia della Crusca di valutarla: "Qualche settimana fa, durante un lavoro sugli aggettivi, un mio alunno ha scritto di un fiore che era 'petaloso' - ha spiegato su Facebook -. La parola, benché inesistente, mi é piaciuta, così ho suggerito di inviarla all'Accademia della Crusca per una valutazione. Oggi abbiamo ricevuto la risposta, precisa ed esauriente. Per me vale come mille lezioni di italiano. Grazie al mio piccolo inventore Matteo".
La Crusca ha risposto che la parola è "bella e chiara", ma perchè entri un un vocabolario bisogna che "la usino tante persone e tante persone la capiscano". "Se riuscirai a diffonderla - ha scritto ancora la Crusca - allora petaloso diventerà una parola dell'italiano. A quel punto chi compila i dizionari inserirà la nuova parola tra le altre e ne spiegherà il significato".

 

Qualche settimana fa, durante un lavoro sugli aggettivi, un mio alunno ha scritto di un fiore che era "petaloso". La...

Pubblicato da Margherita Aurora su Martedì 23 febbraio 2016

Il risultato di questo scambio è stato virale sui social network: il post ha avuto quasi 80mila condivisioni su Facebook e su Twitter è partita la campagna #petaloso per diffondere la parola e farla entrare nell'uso comune, oggi è in cima agli hashtag di tendenza.
Persino il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha cercato di diffonderla in un tweet: "Grazie al piccolo Matteo - ha scritto -, grazie @AccademiaCrusca. Una storia bella, una parola nuova #petaloso".
"Bravo Matteo - ha scritto la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini -. La lingua è creatività e luogo di libertà #petaloso @AccademiaCrusca". Ci prova anche il profilo di Interflora, accompagnandolo dalla foto un un mazzo di fiori: "Ecco il nostro bouquet #petaloso", scrivono.

Ma se il nuovo termine è già virale, rischia di diventarlo anche il piccolo refuso fatto proprio dall'Accademia della Crusca: nella risposta inviata alla maestra dalla Redazione della Consulenza linguistica, si parla di un libro e di riferimenti 'competi' e non 'completi'. Un errore veniale che però difficilmente sfuggirà al popolo del web.

 

 
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Elettrodomestici prendono vita: 'fenomeni paranormali' in casa Vianello

Elettrodomestici prendono vita: 'fenomeni paranormali' in casa Vianello

Il racconto dei filippini adottati dalla coppia a 'Domenica Live'

Canton Ticino dice sì a limitazioni per lavoratori frontalieri

Canton Ticino dice sì a limitazioni per lavoratori frontalieri

Gentiloni commenta l'esito del referendum: "A rischio rapporti con Ue senza libera circolazione"

Edoardo Costa: Con mia onlus non ho rubato soldi a bambini

Edoardo Costa: Con mia onlus non ho rubato soldi a bambini

L'attore, ospite a 'Domenica Live', parla dei suoi guai giudiziari