Mercoledì 24 Febbraio 2016 - 16:30

Bambino inventa la parola 'petaloso': è mania sui social

La maestra scrive alla Crusca che replica: Se usata sarà nei dizionari. Ma nella risposta scappa il refuso

La fantasia di un bimbo entra nell'italiano: è 'petaloso' mania

Come descrivere con una sola parola la bellezza di un fiore con molti petali? Una margherita ad esempio, che rispetto a un tulipano ne è molto più ricca. Matteo, studente di una scuola elementare della provincia di Ferrara, ha pensato a 'petaloso' e lo ha scritto in un tema.

La parola alla maestra Margherita è piaciuta tanto da incoraggiare il bimbo a chiedere all'Accademia della Crusca di valutarla: "Qualche settimana fa, durante un lavoro sugli aggettivi, un mio alunno ha scritto di un fiore che era 'petaloso' - ha spiegato su Facebook -. La parola, benché inesistente, mi é piaciuta, così ho suggerito di inviarla all'Accademia della Crusca per una valutazione. Oggi abbiamo ricevuto la risposta, precisa ed esauriente. Per me vale come mille lezioni di italiano. Grazie al mio piccolo inventore Matteo".
La Crusca ha risposto che la parola è "bella e chiara", ma perchè entri un un vocabolario bisogna che "la usino tante persone e tante persone la capiscano". "Se riuscirai a diffonderla - ha scritto ancora la Crusca - allora petaloso diventerà una parola dell'italiano. A quel punto chi compila i dizionari inserirà la nuova parola tra le altre e ne spiegherà il significato".

 

Qualche settimana fa, durante un lavoro sugli aggettivi, un mio alunno ha scritto di un fiore che era "petaloso". La...

Pubblicato da Margherita Aurora su Martedì 23 febbraio 2016

Il risultato di questo scambio è stato virale sui social network: il post ha avuto quasi 80mila condivisioni su Facebook e su Twitter è partita la campagna #petaloso per diffondere la parola e farla entrare nell'uso comune, oggi è in cima agli hashtag di tendenza.
Persino il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha cercato di diffonderla in un tweet: "Grazie al piccolo Matteo - ha scritto -, grazie @AccademiaCrusca. Una storia bella, una parola nuova #petaloso".
"Bravo Matteo - ha scritto la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini -. La lingua è creatività e luogo di libertà #petaloso @AccademiaCrusca". Ci prova anche il profilo di Interflora, accompagnandolo dalla foto un un mazzo di fiori: "Ecco il nostro bouquet #petaloso", scrivono.

Ma se il nuovo termine è già virale, rischia di diventarlo anche il piccolo refuso fatto proprio dall'Accademia della Crusca: nella risposta inviata alla maestra dalla Redazione della Consulenza linguistica, si parla di un libro e di riferimenti 'competi' e non 'completi'. Un errore veniale che però difficilmente sfuggirà al popolo del web.

 

 
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

IL PRELIEVO AL BANCOMAT

La crisi spaventa: il denaro non circola, 38 miliardi di riserve in più

I cittadini accumulano per timore di nuove tasse, le imprese non investono perché non hanno fiducia nel futuro

Belgio, insetti da mangiare

Insetti a tavola dal 1 gennaio, più di 1 italiano su 2 è contrario

La maggior parte dei nuovi prodotti proviene da Paesi come la Cina o la Thailandia da anni ai vertici delle classifiche per numero di allarmi alimentari

Maltempo ponte della Liberazione - Nebbia al Passo del Tonale

Nuvole e temperature in calo: il meteo del 21 e del 22 ottobre

Le previsioni per sabato e domenica: il freddo inizia ad arrivare

A customer walks out of a KFC restaurant in Shanghai

Kfc e la lotta alla fame: dona il pollo fritto ai poveri

Il fast food, in collaborazione col Banco Aliminetare, è il primo a non buttare le eccedenze