Lunedì 17 Aprile 2017 - 17:45

Autostrade, dalle ore 22 sciopero ai caselli: rischio bollino nero

La protesta si concluderà domani alle 22

Autostrade, dalle 22 sciopero ai caselli: rischio bollino nero

Tra stasera e domani rischio bollino nero sulla rete di Autostrade per l'Italia a causa dello sciopero nazionale proclamato dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sla. In particolare, potranno verificarsi disagi e code ai caselli dalle 22 di oggi alle 22 domani per la protesta indetta dalle rappresentanze sindacali.

Autostrade per l'Italia informa che durante lo sciopero i varchi con pagamento solo manuale potranno essere chiusi per l'assenza degli esattori, mentre rimarranno regolarmente aperti i varchi con cassa automatica e quelli riservati ai clienti Telepass. Saranno comunque garantiti i servizi di assistenza al cliente, con la presenza di personale della viabilità di Autostrade per l'Italia e il funzionamento degli impianti per il pagamento del pedaggio che, ricorda la società, è dovuto per legge.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda metalmeccanica

Milano, tre operai morti in un'azienda metalmeccanica. Aperto fascicolo per omicidio colposo plurimo

Iscritti nel registro degli indagati il responsabile legale della ditta e gli addetti alla sicurezza

Fiori e un lumino in ricordo della donna uccisa nel parco di villa Litta a Affori

Milano, donna uccisa a Parco Litta: individuato presunto omicida

Il delitto a novembre mentre la vittima stava portando fuori il cane. Si segue la pista di una rapina finita male

Salgono le temperature, restano le nuvole: il meteo del 17 e del 18 gennaio

Inizia qualche schiarita, ma nella maggior parte del Paese il cielo è ancora coperto

Minniti a Napoli per emergenza baby gang

Napoli, Minniti: "Baby gang colpiscono a caso come i terroristi"

Il ministro dell'Interno in prefettura dopo gli ultimi episodi di violenza. "Altri 100 uomini per presidiare le zone frequentate dai giovani"