Martedì 21 Giugno 2016 - 14:00

Dieselgate, denunciato intero ex cda Volkswagen

Quando è scoppiato lo scandalo nel consiglio di amministrazione c'era l'attuale ceo Matthias Mueller

Autorità tedesca denuncia intero ex cda Volkswagen per dieselgate

L'autorità federale di vigilanza tedesca (Bafin) ha denunciato l'intero ex consiglio di amministrazione di Volkswagen, per possibile manipolazione del mercato legata allo scandalo emissioni, il cosiddetto dieselgate. Lo ha riferito una fonte vicina all'argomento, in modo anonimo. I procuratori di Braunschweig hanno fatto sapere ieri di aver lanciato una indagine nei confronti di due membri di quel cda, l'ex amministratore delegato Martin Winterkorn e un altro funzionario non nominato. La fonte ha aggiunto che il Bafin ritiene che l'ex board abbia una responsabilità collettiva nel caso e chiede ai procuratori di ampliare le indagini per includere gli altri dirigenti. Al tempo dello scandalo, nel 2015, nel cda c'erano l'attuale ceo Matthias Mueller, che era incaricato del marchio Porsche, e Hans Dieter Poetsch, che era a capo delle finanze.

Volkswagen ha confermato che i pubblici ministeri di Braunschweig, in Germania, stanno indagando sul capo del brand Vw, Herbert Diess, nell'ambito dell'inchiesta volta a stabilire se la casa automobilistica ha violato le regole sulla trasparenza e sulla manipolazione dei mercati. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

CUBA-AIR-ACCIDENT

Cuba, muore sopravvissuta a schianto aereo: salgono a 112 i morti

Un'altra dei tre sopravvissuti cubani, una donna di 23 anni, era morta lunedì

Fca: 500 Collezione chiude a Madrid il tour europeo

Si è concluso giovedì 24 maggio il tour europeo della nuova Fiat 500 Collezione che ha sfilato sulle più prestigiose passerelle europee: da Milano a Londra, da Berlino a Parigi

Antitrust, sessione del 13mo convegno a Treviso

Viaggi in treno, taxi e auto con un click. L'Antitrust monitorerà

Con le app integrate si potrà acquistare l'intero pacchetto di viaggio. E l'Agcm vigilerà su acquisizione e trattamento dei dati

Weinstein accusato di violenza sessuale. Libero col braccialetto elettronico

Ha pagato la cauzione di un milione di dollari stabilita dal tribunale di Manhattan. Il procuratore elogia le coraggiose sopravvissute