Lunedì 13 Marzo 2017 - 12:00

Autobombe esplodono vicino a hotel a Mogadiscio: 13 morti

L'ordigno ha colpito la zona centrale: al-Shabab rivendica

Autobomba esplode vicino hotel a Mogadiscio: almeno 2 morti

 È salito ad almeno 13 morti e 15 feriti a Mogadiscio, la capitale della Somalia, il bilancio di un doppio attentato con autobombe, che sono esplose quasi simultaneamente vicino all'ingresso di un hotel e vicino a una base militare di Mogadiscio. Lo riferiscono a Efe fonti di polizia. Gli attacchi sono stati rivendicati dal gruppo jihadista al-Shabaab. Secondo le fonti, la prima autobomba, che ha ucciso 10 persone, è esplosa su una delle strade più trafficate della città, davanti alla porta del centrale hotel Wehliye; la seconda esplosione è avvenuta invece vicino a una base militare mentre i servizi di emergenza erano impegnati a soccorrere le vittime del primo attacco, e in questo caso sono morte almeno tre persone.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono

Isis, ucciso in Siria il rapper jihadista tedesco Deso Dogg

Nel 2014 la traduttrice dell'Fbi incaricata di controllarlo lo aveva raggiunto nel Paese per sposarlo