Lunedì 09 Maggio 2016 - 17:15

Austria, Mitterlehner: Non vi è motivo per elezioni anticipate

Mitterlehner spera che l'uscita di Faymann dal governo e della direzione del partito non influenzi la politica sui rifugiati

Mitterlehner e Faymann

Il leader del partito Popolare austriaco, Reinhold Mitterlehner, nuovo cancelliere ad interim, ha assicurato che non vi è motivo di indire elezioni anticipate nonostante le dimissioni da capo del Governo e da presidente del partito Socialdemocratico del cancelliere Werner Faymann. Mitterlehner ha deciso di mantenere la stabilità nella grande coalizione di governo formata dai due partiti dal 2013 ribadendo che non vi è motivo di anticipare le elezioni, previste per il 2018. Il conservatore, attuale vicecancelliere, assumerà oggi l'incarico ad interim di capo del Governo per mano del presidente della Repubblica, Heinz Fischer.

Mitterlehner spera che l'uscita di Faymann dal governo e della direzione del partito non influenzi la politica sui rifugiati che il governo sta perseguendo da mesi e che include controlli alle frontiere e irrigidimento dei criteri di asilo e di immigrazione. Il partito popolare austriaco terrà domani una riunione per analizzare le conseguenze delle dimissioni di Faymann. Nel frattempo, Michael Häupl, sindaco di Vienna e storico leader socialdemocratico, assumerà in modo transitorio la leadership del partito in attesa della decisione sul sostituto di Faymann.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo

Francia, treno travolge scuolabus vicino a Perpignan

Francia, scontro treno-scuolabus vicino Perpignan: morti quattro adolescenti

Il pullman che trasportava i ragazzini dal liceo di Millas spaccato a metà nell'impatto, come feriscono alcuni testimoni

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido

Putin e Erdogan in conferenza stampa a Ankara

Putin si presenta come candidato migliore: Opposizione destabilizzerebbe

Il presidente russo spera nel sostegno di più di un partito politico