Lunedì 10 Aprile 2017 - 12:30

Attentati in Egitto, da oggi in vigore lo stato di emergenza

Durerà tre mesi: ieri gli attacchi contro due chiese e 44 vittime

Attentati in Egitto, da oggi in vigore lo stato di emergenza

Il governo egiziano ha approvato lo Stato di emergenza nel Paese per tre mesi, dopo che ieri attentati contro due chiese a Tanta e Alessandria hanno ucciso almeno 44 persone. La misura è stata annunciata in tv dal presidente Abdel Fattah al-Sisi. Lo Stato di emergenza entra in vigore alle 13 odierne e dovrà essere approvato dal Parlamento entro sette giorni. Al-Sisi, ha riferito l'emittente al-Ahram online, nella notte ha anche annunciato la creazione di un Consiglio supremo per combattere terrorismo ed estremismo.

 "Le forze armate e di polizia faranno quanto necessario per affrontare le minacce del terrorismo e del suo finanziamento, per mantenere la sicurezza in tutto il Paese, per proteggere la proprietà pubblica e privata e le vite dei cittadini", ha affermato una nota del governo. Al-Sisi aveva annunciato ieri sera che lo stato di emergenza sarebbe stato imposto, dopo aver ordinato all'esercito di dispiegarsi immediatamente per contribuire alla sicurezza delle infrastrutture vitali.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile