Venerdì 17 Novembre 2017 - 19:30

Attentati Catalogna, la mente era un informatore dei servizi segreti

La rivelazione di El Pais, confermata da Madrid. Si tratta dell'Imam di Ripoll: Abdelbaki Es-Satty

Attentato Barcellona, gli oggetti in memoria delle vittime saranno trasferiti al Museo di Storia

L'imam di Ripoll, mente degli attentati di Barcellona e Cambrils del 17 agosto scorso, è stato un informatore del Cni, i servizi segreti spagnoli. La rivelazione arriva dal quotidiano El Pais ed è stata confermata da Madrid. 

Abdelbaki Es-Satty era entrato in contatto con gli 007 a Castellon nel 2014, dove scontava una perna per traffico di droga. Non è chiaro quanto sia durata la 'collaborazione', nè se e quanto sia stata pagata.

Il pomeriggio del 17 agosto un van ha investito i passanti sulla Rambla, uccidendo 13 persone, tra cui anche 3 italiani. L'attacco, seguito nella notte da un nuovo attenttao a Cambrils, è stato rivendicato dall'Isis. Un biglietto dello stato Islamico è stato trovato anche in una casa ad Alcanar, identificato poi come il covo della cellula jihadista, dove ha perso la vita anche l'imam. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"