Mercoledì 24 Maggio 2017 - 21:45

Manchester, arrestato a Tripoli il fratello 20enne del kamikaze: sapeva dell'attentato

Hashem Abedi confessa: "Io e Salman fedeli all'Isis". In manette anche il padre. Eseguiti altri sette arresti in Inghilterra

Manchester, arrestato a Tripoli il fratello 20enne del kamikaze: sapeva dell'attentato

È stato arrestato a Tripoli Hashem Abedi, il fratello più piccolo nato nel 1997 del kamikaze che si è fatto esplodere a Manchester, per sospetti legami con lo Stato islamico. Lo rende noto un portavoce delle forze anti-terrorismo locali, note come Rada, Ahmed Bin Salem. Secondo quanto riporta Bloomberg, anche il padre, Ramadan, sarebbe stato arrestato. Il sito cita testimoni presenti sul posto che avrebbero visto Ramadan Abedi portato via da agenti a bordo di tre vetture e armati, che hanno fatto irruzione nell'abitazione per portare via due uomini. Uno, come si è appreso, è il fratello minore del kamikaze, Hashem.

Secondo forze dell'antiterrorismo libiche, il ventenne Hashem non solo era a conoscenza del progetto del fratello ma stava a sua volta preparando un attacco a Tripoli. Il giovane, fa sapere una nota della Rada, ha inoltre "confessato di aver aderito all'Isis con suo fratello Salman El Abedi"e ha ammesso di essere "totalmente al corrente di tutti i dettagli dell'operazione terroristica". 

In mattinata altri tre uomini sono stati fermati a sud della città in connessione all'attentato. Un altro è stato fermato in un blitz a Wigan, mentre aveva in mano un pacco sospetto. In serata, in manette è finita una donna  di Blackley. Il settimo uomo è stato arrestato in serata a Nuneaton, in Warwickshire.  Gli agenti stanno indagando su un 'network' dopo la strage e sono a caccia del costruttore della bomba usata da Salman Abedi nell'attacco. "Ci sono ricerche continue", ha spiegato la polizia.

LA SITUAZIONE DEI FERITI. Sono 64 i feriti in cura per le lesioni subite nell'attacco, come ha sottolineato John Rouse, responsabile del Manchester Health and Care. Di questi, 20 sono in condizioni critiche.

ATTENTATORE 23ENNE. E' così tornato il terrore nel Regno Unito, a dodici anni dagli attentati di Londra e a due mesi dall'attacco di Westminster Bridge. Almeno 22 persone sono morte e 59 sono rimaste ferite, tra cui dodici bambini, a Manchester dopo che un kamikaze si è fatto esplodere tra la folla che usciva dal concerto della pop star Ariana Grande. La polizia britannica ha individuato in poche ore il probabile attentatore. Si tratta di Salman Abedi, nato in Gran Bretagna nel 1994 da genitori libici, rifugiati politici in fuga dal regime di Gheddafi. Non è ancora chiaro se fosse un lupo solitario o se abbia agito con il supporto di fiancheggiatori. "Aveva un ordigno rudimentale e si è fatto esplodere", ha spiegato il capo della polizia di Manchester, Ian Hopkins. "La priorità ora è capire se sia parte di una rete", ha aggiunto la premier Theresa May, ricordando che "il livello della minaccia resta alto, vi possono essere ulteriori attentati". L'Isis ha rivendicato la strage attraverso un comunicato in cui si parla di un "soldato del Califfato" che ha piazzato l'esplosivo "nei luoghi dove si radunano i crociati". 

FAMIGLIA LO SEGNALO'. La famiglia di Abedi, l'attentatore di Manchester, aveva informato in passato le autorità britanniche avvertendole che era pericoloso, ha detto un funzionario dell'intelligence americana alla Nbc News, spiegando che la bomba usata nell'attacco kamikaze era "grande e sofisticata", con materiali difficili da ottenere nel Regno Unito, il che significa che "è quasi impossibile che non abbia avuto aiuto".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cile, Papa incontra vittime regime di Pinochet: "Ci aiuti a trovare i desaparecidos"

Francesco ha ricevuto una lettera che racconta la lotta per ritrovare i detenuti scomparsi

Il maltempo si abbatte sul Nord Europa: 8 morti e caos trasporti

In tilt stazioni ferroviarie e aeroporti in Germania, Belgio e Paesi Bassi

Matrimonio ad alta quota: il Papa sposa hostess e steward in volo

I due non erano riusciti a celebrare il rito in chiesa perché la parrocchia alla quale appartengono è stata distrutta durante un terremoto del 2010

Il presidente Trump alla cerimonia del Gold Medal- Washington

Trump assegna 'Premi per le fake news': vince 'The New York Times'

L'idea del presidente Usa: sul secondo gradino del podio 'ABC News' e al terzo posto ecco la 'CNN'