Martedì 23 Febbraio 2016 - 13:45

Atp Dubai: exploit di Fabbiano, Meyer ko. Fuori Bolelli

Il 26enne pugliese ha sconfitto per 6-3 6-4, l'argentino numero 40 al mondo

Thomas Fabbiano.

 Prima vittoria in un '500' per Thomas Fabbiano. Nel primo turno del 'Dubai Duty Free Tennis Championships', torneo Atp 500 con 2.249.215 dollari di montepremi in corso sui campi in cemento della metropoli degli Emirati Arabi Uniti, il 26enne pugliese di San Gorgio Jonico, numero 144 Atp, passato attraverso le qualificazioni, ha sconfitto per 6-3 6-4, in un'ora e 19 minuti di gioco, l'argentino Leonardo Mayer, numero 40 Atp. Ci ha preso gusto l'azzurro a battere i top 40: dopo aver sconfitto al secondo turno di Chennai, lo scorso gennaio, il lussemburghese Gilles Mullere, numero 38 del ranking mondiale, questa volta è toccato al 28enne argentino di Corrientes.  Dopo una partenza un po' titubante il pugliese ha messo a segno nel sesto gioco il break che ha deciso il primo set. Nella seconda frazione Fabbiano ha strappato la battuta a Mayer al nono gioco ed in quello successivo ha tenuto il proprio servizio a zero archiviando l'incontro al primo match-point. Al prossimo turno Thomas attende il vincente del match tra il portoghese Joao Sousa ed il ceco Tomas Berdych, numero tre del seeding. Nulla da fare, invece, per Simone Bolelli. Il bolognese, numero 73 Atp, è stato battuto per 6-2 6-4, in un'ora e 25 minuti, dallo spagnolo Roberto Bautista Agut, numero 18 del ranking mondiale e quarto favorito del seeding.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fognini in finale nel doppio al torneo di Shenzen

Fognini in finale nel doppio al torneo di Shenzen

In coppia con Lindstedt ha superato in semifinale Pavic-Venus

Roma2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi, no pregiudizi

Roma 2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi

"Solo una cosa può pregiudicare un sogno, la paura di fallire"

Totti: Non ho mai cacciato un allenatore, sono sempre stato coerente

Totti: Mai cacciato un allenatore, io sempre coerente

"I tanti auguri da tutto il Mondo? Vuol dire che qualcosa di buono ho fatto"