Mercoledì 18 Gennaio 2017 - 20:30

Dietrofront di Assange: non si consegna agli Usa

"Su Manning condizioni erano altre", sostiene il suo legale

Hillary Clinton emails

"Il signor Assange accoglie con favore l'annuncio che la condanna a carico di Manning sarà ridotta e lei sarà rilasciata a maggio, ma questo non coincide con quello che lui aveva chiesto". Così Barry Pollack, avvocato del fondatore di Wikileaks Julian Assange, in una dichiarazione fatta via e-mail pubblicata dal giornale politico statunitense The Hill. La commutazione della pena accordata da Barack Obama alla soldatessa Chelsea Manning, analista dell'esercito statunitense che ha fatto trapelare centinaia di migliaia di documenti classificati a WikiLeaks, secondo l'avvocato non rispetta le condizioni che Assange aveva chiesto per farsi estradare agli Stati Uniti, dal momento che non si tratta di una grazia ma di una commutazione della pena. "Assange aveva richiesto la clemenza e il rilascio immediato", afferma il legale.

LEGGI ANCHE Obama: Su Manning ho ritenuto appropriata commutazione pena

Già a settembre il fondatore di Wikileaks aveva offerto di farsi estradare agli Usa in cambio della grazia per Manning; poi la scorsa settimana aveva ribadito quella proposta su Twitter: "Se Obama garantisce la clemenza a Manning, Assange acconsentirà all'estradizione negli Usa nonostante la chiara incostituzionalità del caso del dipartimento di Giustizia", aveva cinguettato giovedì Wikileaks. Ieri, ricorda The Hill, la Casa Bianca aveva negato che quel tweet avesse a che fare con la commutazione della pena di Manning.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Thailandia, italiano ucciso e smembrato: si cerca la ex moglie

Il 61enne trovato nei cespugli vicino a un bacino d'acqua. I sospettati sono la donna e il suo fidanzato francese e il movente potrebbe essere passionale

Catalogna, Puigdemont è a Copenaghen: rischia l'arresto

La procura spagnola chiede mandato arresto Ue per l'ex governatore

Germania, Spd in congresso straordinario a Bonn

Germania, da Spd sì a coalizione con Merkel. Schulz: "Abbiamo lottato per maggioranza"

Luce verde ai negoziati formali per formare una Grosse Koalition con i conservatori: 362 favorevoli e 279 contrari

Iraq, ondata di autobombe a Baghdad

Cittadina tedesca affiliata all'Isis condannata a morte in Iraq

È la prima volta che il Paese emette una sentenza di questo tipo nei confronti di una donna europea