Mercoledì 04 Gennaio 2017 - 07:30

Assaltato carcere nel sud delle Filippine: 150 evasi in fuga

Potrebbe essere un gruppo islamista ma finora nessuna rivendicazione

Assaltato carcere nel sud delle Filippine: 150 evasi in fuga

Più di 150 detenuti sono evasi da una prigione nel sud delle Filippine dopo un attacco da parte di uomini armati avvenuto nella mattinata. L'ufficiale carcerario Peter Bongat ha detto che gli uomini armati hanno attaccato il carcere che si trova nella provincia di Cotabato del Nord intorno alle 4, aprendo la strada per la fuga di almeno 158 prigionieri.  L'ufficiale ha inoltre riferito che la struttura ospita 1.511 detenuti, tra cui alcuni "di alto profilo", appartenenti al gruppo dei ribelli islamisti combattenti per la libertà Bangsamoro. Una guardia carcere è stata ucciso e un altro uomo è stato ferito nel raid. Nessun gruppo ha ancora rivendicato la responsabilità per l'attacco. E' attualmente in corso una caccia all'uomo per catturare i prigionieri evasi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Thailandia, italiano ucciso e smembrato: si cerca la ex moglie

Il 61enne trovato nei cespugli vicino a un bacino d'acqua. I sospettati sono la donna e il suo fidanzato francese e il movente potrebbe essere passionale

Catalogna, Puigdemont è a Copenaghen: rischia l'arresto

La procura spagnola chiede mandato arresto Ue per l'ex governatore

Germania, Spd in congresso straordinario a Bonn

Germania, da Spd sì a coalizione con Merkel. Schulz: "Abbiamo lottato per maggioranza"

Luce verde ai negoziati formali per formare una Grosse Koalition con i conservatori: 362 favorevoli e 279 contrari