Martedì 31 Gennaio 2017 - 07:15

Arrestato il procuratore capo di Aosta per induzione indebita

Longarini avrebbe passato informazioni a un imprenditore

Arrestato procuratore Aosta per induzione indebita

Il procuratore capo facente funzioni di Aosta Pasquale Longarini è stato arrestato dalla guardia di finanza di Milano nell'ambito di un'inchiesta della procura del capoluogo lombardo. Il magistrato è agli arresti domiciliari. Il reato ipotizzato a carico del magistrato dalla procura di Milano, che in queste ore ha informato il Csm, è di "induzione indebita a dare o promettere utilità".

Per i pm milanesi, Longarini avrebbe cioè fornito informazioni sulla sua situazione giudiziaria all'imprenditore Gerardo Cuomo, titolare del Caseificio valdostano, in cambio di benefici. L'inchiesta, coordinata dal Pm Roberto Pellicano e dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti ha portato anche all'arresto di un imprenditore.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

zanzara

Virus Zika, caso Bologna: attivate misure straordinarie profilassi

Si tratta di una persona rientrata da zone tropicali che ha contratto la malattia

Guido Rossi

É morto a 86 anni Guido Rossi, fu presidente Consob e Telecom

Nel 2006 è stato nominato commissario straordinario della Figc

Paolo Borsellino

Morto 'faccia da mostro': fu indagato su stragi di mafia

Aveva 71 anni, stroncato da un malore mentre era in barca

Rinfresca fino a mercoledì, poi torna il caldo sopra la media

Rinfresca fino a mercoledì, poi torna il caldo sopra la media

Durante il weekend le massime potranno di nuovo raggiungere o superare i 35 gradi