Lunedì 05 Settembre 2016 - 10:30

Appalto asilo truccato: arrestato commissario Farmacap

Nel mirino dei Nas dei carabinieri anche un imprenditore

Arrestato per turbativa d'asta dirigente del Comune di Roma

 E' finito agli arresti domiciliari per un appalto, legato a un asilo nido, da 36mila euro l'anno, Francesco Alvaro, commissario straordinario di Farmacap, l'azienda partecipata del Campidoglio che gestisce le farmacie comunali di Roma. Indagato con lui l'imprenditore Giuseppe Giordano che, attraverso l'azienda Dragona servizi, aveva ottenuto la gestione della struttura situato in via Bossi, zona Infernetto. La Farmacap infatti, da anni in grave situazione di dissesto finanziario, oltre a gestire 47 farmacie comunali, possiede una serie di immobili che dà in gestione a privati.

Il Nucleo anti sofisticazioni dei carabinieri, coordinato dal procuratore aggiunto, Paolo Ielo, e la pm Nadia Plastino, indaga per turbativa d'asta e falso in atto pubblico: secondo gli inquirenti Giordano avrebbe avuto, con la complicità di Alvaro, la gestione l'asilo pubblico attraverso una gara truccata, fatta su misura e, di fatto, senza altri concorrenti, gestendolo addirittura già prima dell'affidamento ufficiale. Nominato commissario straordinario all'epoca della giunta guidata da Ignazio Marino, Alvaro, psicologo e docente universitario, ha un curriculum con oltre quarant'anni di esperienza nel settore delle politiche sociali, e ha ricoperto più volte la direzione dell'apposito dipartimento di Roma Capitale collaborando con Farmacap. "La nomina di un commissario straordinario - scriveva il Campidoglio il giorno della nomina, nel marzo del 2014 - si è resa necessaria in considerazione della preoccupante situazione economica e finanziaria dell'azienda, caratterizzata da gravi perdite economiche accumulate negli anni passati".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ostia, aggressione giornalisti: Spada e complice a processo il 30/3

L'Ordine dei giornalisti e la Federazione nazionale stampa italiana si sono costituiti parte civile. A piazzale Clodio anche la sit-in di Articolo 21 e Rete No bavaglio

Roma, agguato nella notte a Casal Bruciato: ucciso 39enne

Un colpo di pistola all'addome è stato fatale

Frosinone, 14enne confessa in un tema: "Mio padre mi ha violentato"

Gli abusi sarebbero avvenuti nella sua cameretta nell'estate 2017, quando aveva appena 13 anni