Lunedì 05 Settembre 2016 - 10:30

Appalto asilo truccato: arrestato commissario Farmacap

Nel mirino dei Nas dei carabinieri anche un imprenditore

Arrestato per turbativa d'asta dirigente del Comune di Roma

 E' finito agli arresti domiciliari per un appalto, legato a un asilo nido, da 36mila euro l'anno, Francesco Alvaro, commissario straordinario di Farmacap, l'azienda partecipata del Campidoglio che gestisce le farmacie comunali di Roma. Indagato con lui l'imprenditore Giuseppe Giordano che, attraverso l'azienda Dragona servizi, aveva ottenuto la gestione della struttura situato in via Bossi, zona Infernetto. La Farmacap infatti, da anni in grave situazione di dissesto finanziario, oltre a gestire 47 farmacie comunali, possiede una serie di immobili che dà in gestione a privati.

Il Nucleo anti sofisticazioni dei carabinieri, coordinato dal procuratore aggiunto, Paolo Ielo, e la pm Nadia Plastino, indaga per turbativa d'asta e falso in atto pubblico: secondo gli inquirenti Giordano avrebbe avuto, con la complicità di Alvaro, la gestione l'asilo pubblico attraverso una gara truccata, fatta su misura e, di fatto, senza altri concorrenti, gestendolo addirittura già prima dell'affidamento ufficiale. Nominato commissario straordinario all'epoca della giunta guidata da Ignazio Marino, Alvaro, psicologo e docente universitario, ha un curriculum con oltre quarant'anni di esperienza nel settore delle politiche sociali, e ha ricoperto più volte la direzione dell'apposito dipartimento di Roma Capitale collaborando con Farmacap. "La nomina di un commissario straordinario - scriveva il Campidoglio il giorno della nomina, nel marzo del 2014 - si è resa necessaria in considerazione della preoccupante situazione economica e finanziaria dell'azienda, caratterizzata da gravi perdite economiche accumulate negli anni passati".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

Mafia, la cognata del boss: prima pentita del clan Casamonica

Debora C. ex moglie di Massimiliano Casamonica, decisiva nell'indagine che ha portato a 37 arresti. "Loro incutono timore e nessuno li denuncia"

Roma, inizio del processo ai carabinieri coinvolti nel caso Cucchi

Cucchi, madre in lacrime in aula: "Dal cadavere non l'ho riconosciuto"

Il toccante racconto di Rita Calore, mamma del geometra morto il 22 ottobre 2009 alcuni giorni dopo l'arresto per droga. Sono cinque i carabinieri coinvolti nel processo

Roma, è morta la 13enne risucchiata dal bocchettone di aspirazione della piscina

È successo in un hotel di Sperlonga mentre stava facendo il bagno. Portata al policlinico Gemelli, non ce l'ha fatta