Mercoledì 03 Agosto 2016 - 16:45

Arrestato agente di polizia di Washington: forniva aiuti a Isis

Avrebbe rivelato codici per schede telefoniche utilizzate da militanti

Arrestato agente di polizia di Washington: forniva aiuti a Isis

Un agente della polizia dei trasporti nell'area di Washington è stato arrestato e accusato di aver tentato di offrire sostegno materiale allo Stato islamico. Lo riporta il Washington Post spiegando che Nicholas Young, 36 anni di Fairfax, in Virginia, è stato arrestato questa mattina.

L'accusa è di aver fornito codici per schede telefoniche che credeva sarebbero state utilizzate dai combattenti dello Stato islamico per comunicare tra loro. Una denuncia contro di lui è stata presentata alla corte federale in Virginia.

A luglio, Young, aveva inviato codici come carta regalo del valore di 245 dollari, usati per account di messaggistica mobile che lo Stato islamico utilizza per reclutare i suoi seguaci, a un informatore dell'Fbi credendo che fosse un suo conoscente che lavorava per il gruppo militante.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. Forse collegato all'Isis

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. Evacuate le linee metro. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini