Domenica 28 Agosto 2016 - 14:30

Arrestati 2 piloti a Glasgow: erano ubriachi prima del volo

I due sono stati rimossi dal servizio e arrestati

Arrestati 2 piloti a Glasgow: ubriachi prima di volo per gli Usa

Due piloti della compagnia aerea statunitense United Airlines sono stati arrestati ieri mattina all'aeroporto di Glasglow, mentre si preparavano per un volo diretto a New York, perché si suppone che fossero sotto l'effetto di alcol. Lo riferisce la polizia scozzese. Si tratta di due uomini di 35 e 45 anni. Il volo, con 141 passeggeri, sarebbe dovuto partire alle 9 di sabato mattina da Glasgow con destinazione l'aeroporto di Newark, in New Jersey, invece è partito ieri sera, con un altro equipaggio rispetto a quello previsto inizialmente. I piloti dovrebbero comparire in tribunale domani. Un portavoce di United Airlines riferisce che i due sono stati rimossi dal servizio.

Non si tratta del primo caso del genere in Scozia. Il 18 luglio scorso anche due piloti canadesi erano stati arrestati perché sospettati di essere ubriachi mentre si preparavano per un volo intercontinentale. Anche in quel caso furono fermati all'aeroporto di Glasgow, da dove sarebbero dovuti partire con un volo Air Transat diretto a Toronto, con 250 passeggeri.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Siria, primo raid congiunto Russia-coalizione contro l'Isis

Siria, primo raid congiunto Russia-coalizione contro l'Isis

L'annuncio di Mosca: Bombe sulle strutture dei terroristi

Usa, Trump firma l'ordine esecutivo per il ritiro dal Tpp

Usa, Trump firma l'ordine esecutivo per il ritiro dal Tpp

Gli Stati Uniti escono dal Partenariato trans-pacifico

Brexit, Londra avvia la consultazione sulla strategia industriale

Brexit, consultazione sulla strategia industriale di Londra

Linee guida per evitare turbolenze dell'uscita da Ue

Regeni, il sindacalista chiese soldi a Giulio per incastrarlo: le prove in un video

Regeni, il sindacalista chiese soldi a Giulio per incastrarlo: le prove in un video

Nel filmato la conversazione tra il ricercatore e Mohamed Abdallah, l'uomo che lo denunciò alla polizia