Giovedì 30 Novembre 2017 - 14:15

Argentina, processo ai crimini della dittatura: 29 ergastoli

Sentenza dopo 5 anni per gli uomini dell'Esma che buttavano giù dagli aerei in volo le loro vittime: 49 condanne e 5 assoluzioni per 789 casi di rapimenti e omicidi

Former Argentine navy officers Acosta and Astiz and other members of Argentina's Naval Mechanics School attend the sentence hearing of the five-year trial for their role during the 1976-1983 dictatorship in Buenos Aires

Sentenza storica in Argentina per i crimini commessi durante la dittatura del 1976-1983. Quarantotto persone sono state condannate al carcere - 29 all'ergastolo e le altre 19 a pene comprese fra otto e 25 anni - per 789 casi di rapimenti, torture e omicidi. Al centro del mega-processo i crimini commessi nell'Esma, la scuola superiore di meccanica della Marina, che fu il principale carcere clandestino del regime e in cui si stima che furono detenute illegalmente circa 5mila persone.

Loading the player...

E per la prima volta sono state incluse condanne per i cosiddetti 'voli della morte', cioè quelli in cui i desaparecidos venivano gettati in mare da un aereo. Si tratta del più grande processo mai celebrato in Argentina per reati commessi dall'ultima dittatura. È durato cinque anni e la lettura della sentenza, pronunciata a Buenos Aires, è durata quattro ore. Erano a processo 54 persone, militari e civili: 49 sono state condannate e sei sono stati invece assolti. Fra i casi emblematici trattati, ci sono le sparizioni della giovane svedese Dagmar Hagelin, della fondatrice delle 'Madri di Plaza de Mayo' Azucena Villaflor, nonché delle religiose francesi Leonie Duquet e Alice Domon.

Fra i condannati all'ergastolo: Jorge Eduardo Acosta detto 'la tigre', ex capitano di fregata ed ex capo di intelligence e della task force dell'Esma; l'ex capitano di corvetta Ricardo Miguel Cavallo, che era stato estradato dalla Spagna nel 2008; l'ex capitano della Marina e agente di intelligence Alfredo Astiz (il secondo da sinistra, nella foto), noto come 'Angelo biondo' o 'Angelo della morte'. E carcere anche per Adolfo Miguel Donda, Juan Antonio Azic, Jorge Carlos Radice, Juan Carlos Rolon, Carlos Guillermo Suarez Mason e Gonzalo Torres de Tolosa.

"Ci sono molti sopravvissuti che hanno sofferto sulla propria pelle l'applicazione delle politiche portate avanti da coloro che oggi sono a giudizio", ha detto a Efe Liliana Belforte, vittima del terrorismo di Stato in Argentina, parlando davanti all'ingresso del tribunale e lamentando che la Corte avrebbe dovuto agire "con molta più severità".

Questo è stato il terzo processo per reati compiuti all'Esma, ma il più lungo dei tre. È considerato il più grande processo per reati della dittatura mai celebrato finora dalla giustizia argentina, sia per la quantità di imputati (dall'inizio del processo nel 2012 sono morti 11 degli iniziali 68 imputati), sia per il numero di casi trattati, sia per il numero di testimoni ascoltati, fra cui 400 sopravvissuti.

Molti dei condannati avevano già alle spalle condanne precedenti in altri processi per i crimini della dittatura. I gruppi per i diritti umani stimano che l'esercito dell'Argentina abbia ucciso fino a 30mila persone durante la dittatura; la maggior parte dei corpi non è mai stata trovata.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"