Giovedì 30 Marzo 2017 - 08:45

La difesa di Messi: Non erano insulti ma parole al vento

Leo è tornato sulle parole che avrebbe rivolto al guardalinee e che gli sono costati una squalifica di quattro giornate

Argentina, la difesa di Messi: Non insulti ma parole al vento

"Erano parole al vento". E' questa la spiegazione che Leo Messi ha dato in merito ai presunti insulti che avrebbe rivolto al guardalinee e che gli sono costati una squalifica di quattro giornate in nazionale dalla commissione disciplinare della Fifa. Il 'fattaccio' è riferito al finale del match tra Argentina e Cile di giovedì scorso. Come riporta 'La Nacion', nella difesa presentata dall'Afa, la Federcalcio argentina alla Fifa, prima di conoscere la sanzione, il fuoriclasse del Barcellona ha chiarito che quelle parole non erano destinate all'assistente ma erano "al vento". Messi ha scontato il primo turno di sospensione nel match in Bolivia. Se la squalifica sarà confermata salterà i prossimi impegni dell'Albiceleste con Uruguay, Venezuela e Perù. L'Afa ha già annunciato ricorso per la riduzione della sanzione.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ENG, Premier League, FC Chelsea

Sarri si presenta a Chelsea: "Premier League è il miglior campionato del mondo"

L'allenatore in giacca e cravatta in conferenza stampa: "È una sfida estremamente difficile ma affascinante"

Mondiali Russia 2018, il Brasile lascia l'hotel a Kazan

Calciomercato, Alisson-Liverpool è fatta. Higuain-Rugani verso Chelsea

Il club inglese ha raggiunto l'accordo con la Roma: operazione da 75 milioni di euro. Il nazionale verdeoro firmerà un contratto quinquennale da 5,5 milioni a stagione

Mondiali Russia 2018, il Brasile lascia l'hotel a Kazan

Liverpool, assalto ad Alisson. Inter insiste per Vrsaljko

Offerta record di 70 milioni di euro alla Roma per il portiere della nazionale brasiliana

TOPSHOT-FBL-WC-2018-MATCH63-BEL-ENG

Chelsea "avverte" Real Madrid: Hazard via solo per 225 milioni

Sarebbe il trasferimento più costoso della storia. Il centrocampista belga è legato ai londinesi fino al 2020