Domenica 05 Novembre 2017 - 10:15

Retata anticorruzione in Arabia Saudita: arrestati 11 principi

Tra questi il miliardario Alwaleed bin Talal. L'operazione ordinata dall'erede al trono Mohammed bin Salman

Mohammed bin Salman

Maxi retata anticorruzione in Arabia Saudita. Arrestato nell'operazione, ordinata dalla commissione guidata dall'erede al trono Mohammed bin Salman, il principe saudita Alwaleed bin Talal, che detiene la società di investimento Kingdom Holding. Con lui anche l'ex ministro delle finanze saudita Ibrahim al-Assaf. In carcere sono finiti in totale 11 principi, quattro ministri e decine di ex ministri.

Sono accusati a vario titolo di riciclaggio di denaro, appropriazione indebita, accettazione o concessione di tangenti e sfruttamento del potere. Altri arresti dovrebbero avvenire nei prossimi giorni, hanno riferito i media locali.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in Perù

Pedofilia, O'Malley critica il Papa: "Addolora sua difesa di Barros"

Il cardinale di Boston presidente della commissione della Santa sede contro gli abusi sui minori prende le distanze da Bergoglio

Repubblica Ceca, incendio in hotel in centro Praga: 2 morti, 7 feriti

Tre sono in gravi condizioni. Il fuoco è stato domato dopo due ore

Afghanistan, attacco all'hotel Intercontinental di Kabul: ostaggi e vittime

Un commando di 4 uomini armati ha preso d'assalto la struttura, due sono stati neutralizzato. Il quarto piano è in fiamme

Continua il viaggio di Papa Francesco in Perù

Perù, Papa da alluvionati Niño: "Proteggetevi anche da tempesta sicariato"

Francesco richiama all'unità: mani tese e compassione, perché "ci sono cose che non si improvvisano e tanto meno si comprano"