Mercoledì 15 Giugno 2016 - 12:30

Antitrust difende sharing economy: Troppa resistenza, via ostacoli

"L'economia condivisa allarga le possibilità di scelta del consumatore e offre servizi innovativi"

Antitrust difende sharing economy: Troppa resistenza, via ostacoli

"Una grande resistenza stanno incontrando le piattaforme della cosiddetta 'economia condivisa'". Il presidente Giovanni Pitruzzella, nella relazione annuale dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (detta anche Antitrust o Agcm) oggi al Senato, difende la sharing economy. L'Antitrust, ha assicurato Pitruzzella, "è impegnata a rimuovere i tanti ostacoli che stanno incontrando queste forme di attività economiche, fondate sulla condivisione piuttosto che sulla disponibilità esclusiva".

Pitruzzella ha sottolineato che l'economia condivisa "allarga le possibilità di scelta del consumatore, offre servizi innovativi e differenti da quelli dei mercati tradizionali, permette di impiegare risorse che altrimenti sarebbero inutilizzate, abbatte i prezzi, consente l'accesso a determinati servizi da parte di fasce di consumatori che non fruiscono di servizi tradizionali".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PD - Sit in del Partito democratico sotto la sede dell?Agcom

Fatturazione ogni 4 settimane: stop per legge, ma le Telco vanno avanti

AgCom e Parlamento sono intervenuti, ma le compagnie telefoniche continuano a proporli. Per i consumatori un danno da un miliardo all'anno

Euro sign seen at former ECB headquarters in Frankfurt

La PA italiana paga a oltre 100 giorni. Deferita alla Corte Ue

A tre anni dalla prima denuncia, situazione deprecabile. Il pubblico deve alle aziende circa 64 miliardi

Milano, presidio contro mamma licenziata da IKEA

Istat, aumentano gli occupati. Ma sono a tempo determinato

Occupazione in crescita, ma qualitativamente discutibile. Diminuiscono gli "scoraggiati"

AUT, Jahresrückblick 2017

Volano i bitcoin. La criptomoneta elettronica vale 12mila dollari

Il loro valore continua a salire. C'è timore di una bolla che potrebbe esplodere, ma anche la possibilità che salgano ancora