Lunedì 11 Gennaio 2016 - 10:00

Andy Murray raccoglie 110mila euro in favore di bambini siriani

Il tennista scozzese ha deciso di aiutare le vite di molti bimbi "sconvolti dalla situazione che si vive in Siria"

Andy Murray in tuffo

La stella del tennis britannico Andy Murray ha contribuito a raccogliere più di 83.000 sterline (circa 110mila euro) per i bambini rifugiati siriani, donando dei soldi per ogni 'ace' realizzato attraverso la sua iniziativa 'Andy's Aces'. Lo ha comunicato l'Unicef. Murray, numero due del ranking mondiale, ha annunciato a settembre che avrebbe donato, fino al termine del 2015, 50 sterline per ogni suo 'ace'. Lo scozzese è l'ultima celebrità a donare soldi per le vittime siriane di guerra: il mese scorso, gli attori Sacha Baron Cohen ed Isla Fisher hanno annunciato una donazione di un milione di dollari per due associazioni di beneficenza che lavorano in Siria. "Mi ricordo che guardando le notizie la scorsa estate ho deciso di voler fare qualcosa per aiutare alcuni dei milioni di bambini le cui vite sono sconvolte per la situazione in Siria", ha detto in una nota Murray, che aspetta per il prossimo mese il suo primo figlio dalla moglie Kim. "E' incredibile che siamo stati in grado di raccogliere così tanto, sono molto grato ai miei sponsor e ai tifosi per il loro aiuto. Non ce l'avrei fatta senza di loro", ha aggiunto.

 

Fonte Reuters -  Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fognini in finale nel doppio al torneo di Shenzen

Fognini in finale nel doppio al torneo di Shenzen

In coppia con Lindstedt ha superato in semifinale Pavic-Venus

Roma2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi, no pregiudizi

Roma 2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi

"Solo una cosa può pregiudicare un sogno, la paura di fallire"

Totti: Non ho mai cacciato un allenatore, sono sempre stato coerente

Totti: Mai cacciato un allenatore, io sempre coerente

"I tanti auguri da tutto il Mondo? Vuol dire che qualcosa di buono ho fatto"